Politica

Nuovo vice Sindaco della Citta' in consiglio comunale

Alife - Un sereno consiglio comunale accoglie, ieri sera, il nuovo vice Sindaco della Città di Alife e licenzia le linee guida del nuovo tributo comunale, Tares (in sostituzione della Tarsu), dopo i sentiti ringraziamenti alla squadra di governo...

075411_Consiglio

Un sereno consiglio comunale accoglie, ieri sera, il nuovo vice Sindaco della Città di Alife e licenzia le linee guida del nuovo tributo comunale, Tares (in sostituzione della Tarsu), dopo i sentiti ringraziamenti alla squadra di governo da parte del Sindaco, Giuseppe Avecone. Ma andiamo con ordine. Maggioranza tutta presente e compatta, con in aula a verbalizzare i lavori il nuovo segretario comunale, dr. Clemente; opposizione non pervenuta, ma questa, ormai, non è più notizia. L'assise inizia con le dichiarazioni del primo cittadino: "Ci siamo prefissati, all'inizio del nostro mandato elettorale - esordisce Avecone - il criterio della lealtà e della democrazia. Tra noi ciò è tangibilmente evidenziato anche nel fatto che stiamo attuando una rotazione nella carica di vice Sindaco. Ma mi preme ringraziare tutti coloro che fino ad oggi hanno già rivestito tale carica, in modo esemplare e degno di questo incarico. Soprattutto nei primi periodi in cui siamo stati chiamati ad amministrare il nostro paese, e siamo stati letteralmente investiti di tante e gravi problematiche, verso cui oggi stiamo andando a positiva risoluzione; se ciò non dovesse del tutto accadere - continua il primo cittadino - sappiamo le responsabilità da dove provengono, ma su questo il popolo alifano sarà sovrano. Noi amiamo Alife e gli alifani, il nostro dovere è stare vicino al popolo, non vicino ai partiti, anche se sono altrettanto importanti. E vi posso garantire che le problematiche sono state, e sono, molteplici. Vorrei quindi ringraziare il mio primo vice Sindaco, Giulio Riccio, che ci ha messo veramente grosso impegno; eravamo all'inizio del nostro mandato e ci siamo trovati a gestire la macchina amministrativa comunale in un momento di grossa difficoltà, in cui siamo stati chiamati ad approvare ben quattro bilanci consuntivi (2009, 2010, 2011 e 2012, ndr), contro tutti e contro tutto, mentre oggi qualcuno si erge a puntare il dito contro chi ne ha approvato uno in ritardo: noi moralmente ci sentiamo a posto. Come ringrazio l'assessore Alfonso Santagata, il secondo vice Sindaco, che si è impegnato nell'incarico con passione e dedizione, come sempre, nonostante gli impegni professionali. Quindi l'assessore Angelo Giammatteo, il mio terzo vice Sindaco (le sue dimissioni volontarie anticipano, oggi, i tempi per la nomina del nuovo vice), lui che è stato una vera guida dell'amministrazione, persona leale e risolutiva, spero che continui con questo piglio, poiché con lui al lavoro continueremo a stare più tranquilli. Questo terzo avvicendamento, dunque, avviene con mio decreto di oggi (il numero 12 del 28 giugno 2013, ndr), col quale subentra nella carica di vice Sindaco l'assessore Gabriele Venditti, al quale gli auguro altrettanta serenità ed in bocca al lupo per un proficuo lavoro, lui che è stato sempre presente e fattivo". Dichiarazioni personali vengono lette in aula consiliare anche dal nuovo vice Sindaco, Venditti che, svolgendo la professione di architetto, "nel rispetto della legge (cita l'art. 78 del Tuel), per non interferire in alcun modo con l'attività pubblica", e "creare ipotesi di conflitto d'interessi", dichiara di non voler svolgere alcuna attività libero-professionale, quindi di "astenersi in maniera completa" dallo svolgimento di "attività professionali di edilizia pubblica e privata nel proprio territorio comunale". Il vice Sindaco uscente, Giammatteo, ci tiene ad aggiungere che ha rivestito tale carica con "massimo impegno, presenza ed umiltà, con coerenza e trasparenza, e per questo ringrazio la squadra ma anche i dirigenti; credo di aver dato tutto quello che potevo dare, quindi auguro al nuovo vice Sindaco di poter portare a termine questo incarico con le stesse soddisfazioni". Questione Tares: la maggioranza, con dei propri emendamenti, apporta delle modifiche al regolamento comunale. E' l'assessore al bilancio, Giulio Riccio, a leggere in aula le dovute correzioni, anche alla luce del nuovo tributo comunale sui rifiuti, Tares, studiato in sostituzione della Tarsu, che al Comune di Alife già copre il 100% del costo del servizio. Stabilite anche le rate per il versamento del tributo: saranno quattro, di cui le prime tre di acconto (20/08, 20/09 e 20/10/2013), mentre la quarta a saldo il 20/12/2013, tenendo anche conto delle tariffe definitive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo vice Sindaco della Citta' in consiglio comunale

CasertaNews è in caricamento