menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

New Ecology, Desiderio (Pd9: la battaglia e' ancora aperta

Caserta - "Molti errori hanno condotto alla definitiva collocazione dell'impianto di stoccaggio rifiuti speciali della New Ecology, in località Uttaro, area nel comune di Caserta, vicina a San Nicola L.S. e a S. Marco EV. Un impianto che non...

"Molti errori hanno condotto alla definitiva collocazione dell'impianto di stoccaggio rifiuti speciali della New Ecology, in località Uttaro, area nel comune di Caserta, vicina a San Nicola L.S. e a S. Marco EV. Un impianto che non andava messo in quella zona, già troppo sfruttata per lo smaltimento rifiuti.
L'Amministrazione comunale di Caserta ha trascurato la partecipazione alla conferenza dei servizi regionale per la concessione dell'autorizzazione, bruciando così anche la possibilità di diniego per industria insalubre. la Regione ha approvato in fretta senza indagare sulle condizione dei siti. Regione e Comune di Caserta , insomma, complici di un insediamento avventato. "Questo era quanto già espresso dal partito Democratico Città di Caserta sull'insediamento della new Ecology e reso noto attraverso la stampa : una condanna ferma e netta dell'operato della filiera PDL Regione, Provincia e Comune di Caserta, che danneggia il nostro Territorio anziché tutelarlo e favorirlo, consentendo l'inserimento di un impianto di trattamento rifiuti in un'area non più adatta e nella quale è stata finalmente avviata l'opera di caratterizzazione e bonifica, per restituirle dignità, sicurezza e funzionalità. Dal punto di vista politico, per rimarcare quanto sempre sostenuto, sarebbe stato più opportuno per i consiglieri comunali P.D., già proponenti di una variante di P.R.G. atta a proibire futuri insediamenti di impianti rifiuti nell'area suddetta, astenersi dalla mozione di Speranza e F.l.i. e lasciare alla sola maggioranza la responsabilità di una bocciatura. Ma lo stretto ambito di legalità procedurale a fronte di un decreto regionale di approvazione del progetto già rilasciato e quindi, all'impossibilità di procedere con mera ordinanza sindacale, ha convinto De Michele e Tresca a votare contro.

Il Partito Democratico ritiene in ambito di corretta procedura normativa, ancora viva la battaglia contro l'insediamento. Vi è un ricorso al Consiglio di Stato ancora pendente e, dopo la pubblicazione nel bollettino regionale del 3 giugno 2013 del decreto dirigenziale n. 96 "di presa d'atto della nomina del direttore tecnico e quindi di autorizzazione all' esercizio dell'attività" rilasciata alla New Ecology, vi è la assoluta necessità di nuovo immediato ricorso al TAR contro quest'ultimo decreto.
Infatti nuove circostanze ostative all'insediamento sono sopravvenute: L'inizio della caratterizzazione e bonifica dell'area da parte della Sogesid e l'adozione del piano regionale dei rifiuti. Una rinuncia a questa procedura farebbe sopravvenire carenza di interesse dell'appello per acquiescenza e, quindi, renderebbe definitivamente complice il governo cittadino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento