Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Passeggiata antiracket e inaugurazione della villetta confiscata

Parete - Il 12 dicembre a Parete si celebra un'altra importante tappa nel percorso della legalità e della coesione sociale. La FAI (Federazione Antiracket Italiana) nell'ambito dell'evento nazionale "Cento strade – Natale antiracket" ha scelto...

Il 12 dicembre a Parete si celebra un'altra importante tappa nel percorso della legalità e della coesione sociale. La FAI (Federazione Antiracket Italiana) nell'ambito dell'evento nazionale "Cento strade - Natale antiracket" ha scelto anche Parete per una passeggiata antiracket finalizzata a sensibilizzare tutti i cittadini al consumo critico secondo il principio: "pago chi non paga" e a sostenete gli operatori economici invitandoli a ribellarsi al racket e all'usura. L'appuntamento è per le 16.00 presso la casa comunale; da qui partirà il corteo che si recherà a tagliare il nastro della villetta confiscata al clan Bidognetti e quindi percorrerà le strade principali della cittadina. Saranno presenti, oltre il Sindaco Raffaele Vitale, il Comandante Provinciale dell'Arma dei Carabinieri Colonnello Giancarlo Scafuri, il Comandante della stazione di Aversa Colonnello Gianluca Vitagliano, il Maresciallo Capo della Caserma di Parete Vincenzo Pulicani, Tano Grasso presidente nazionale della FAI e Silvana Fucito, coordinatrice regionale della stessa organizzazione, i parroci don Emilio Tamburrin e P. Sabino Di Molfetta. L'evento è stato possibile grazie al lavoro della locale unità della FAI, l'U.C.A (Unione Antiracket Casertana) che ha coinvolto le altre associazioni del territorio e ha materialmente eseguito i lavori di ristrutturazione della villetta.A breve il Sindaco Raffaele Vitale firmerà una convenzione con la FAI, l'ANCI e l'UCA per la gestione dello sportello antiracket che sarà allocato proprio nella villetta confiscata e per la costituzione di parte civile del Comune di Parete nei procedimenti penali contro i camorristi che vedano interessati operatori economici paretani. L'assessore alle Politiche Sociali Marilena D'Angiolella, con delega alla Cultura e alla Legalità, evidenziando l'eccezionalità della manifestazione, sottolinea come la comunità cittadina è chiamata a sentirsi grata agli imprenditori dell'UCA che hanno avuto il coraggio di denunciare gli estorsori e hanno contribuito a fare della legalità una prassi concreta: "Come amministrazione vogliamo tendere a fare di Parete un comune derackettizzato"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passeggiata antiracket e inaugurazione della villetta confiscata

CasertaNews è in caricamento