rotate-mobile
Cronaca Castel Volturno

Avvocatessa vittima di stalking, al via il processo a donna 51enne

La professionista racconta il suo incubo al giudice

Ha raccontato al giudice le minacce di morte e le paure che l'avrebbero costretta a modificare le proprie abitudini di vita. Questo il senso della testimonianza di Carla C., avvocatessa vittima di stalking da parte di una donna, Antonella S., 51enne di Castel Volturno. 

Dinanzi al giudice monocratico Montariello del tribunale di Napoli Nord si è aperto il dibattimento. Ammessa la costituzione di parte civile della professionista, rappresentata dall'avvocato Raffaele Costanzo. Poi la legale vittima delle condotte moleste è stata ascoltata dal magistrato raccontando la sua versione dei fatti. 

La vicenda ha inizio nel 2022 quando viene eseguito lo sfratto da un immbibile di proprietà di A.C. occupato abusivamente dall'imputata. A patrocinare la causa per l'intimazione dello sfratto è l'avvocato Carla C. che finisce nel mirino della donna "sfrattata". Così iniziano chiamate e messaggi continui con insulti e minacce anche di morte.  "Devo ucciderti ... Devo sfregiarti con l'acido", le avrebbe detto la 51enne al telefono. E ancora. "Prima o poi tutti dobbiamo morire, il male che si fa poi si paga, io vi straccio il cuore da petto e lo scamazzo sotto i piedi. Finirà molto male. Io ti sparo". In una delle chiamate, inoltre, la 51enne, difesa dall'avvocato Angela Bocca, avrebbe riferito alla vittima di sapere quale scuola frequentassero i figli. 

Si torna in aula a gennaio con l'escussione degli altri testi della Procura e dei testi di polizia giudiziaria con l'acquisizione dei tabulati telefonici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvocatessa vittima di stalking, al via il processo a donna 51enne

CasertaNews è in caricamento