Cronaca

500mila euro di multe e 160 aziende controllate in 6 mesi dai militari casertani | FOTO

Il bilancio del 21esimo Reggimento Genio Guastatori impegnato in "Strade Sicure" e "Terra dei Fuochi"

Circa mezzo milione di euro di sanzioni. E' questo il bilancio delle operazioni "Strade Sicure" e "Terra dei Fuochi" nel corso dei sei mesi di comando del 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta, guidato dal colonnello Umberto Curzio, che cede la guida delle operazioni ai bersaglieri del 7° Reggimento di Altamura, guidati dal colonnello Giovanni Ventura

L'avvicendamento è stato ufficializzato, presso Palazzo “Salerno”, sede del Comando Forze Operative Sud, nel corso del Back Brief alla presenza del Generale di Corpo d'Armata Giuseppenicola Tota, il quale ha evidenziato l’eccellente lavoro svolto e gli straordinari risultati conseguiti dai guastatori della Brigata Garibaldi che, ancora una volta, hanno portato a termine la missione assegnata contribuendo a innalzare la percezione della sicurezza nei cittadini.

Nel dettaglio, nel corso dei sei mesi di comando, in sinergia con le Prefetture di Napoli, Caserta e Salerno, oltre 1200 uomini e donne dell’Esercito sono stati impiegati per garantire la sicurezza di obiettivi sensibili e di interesse Nazionale che si aggiungono ai molteplici controlli del territorio, individuati di volta in volta dall’autorità prefettizia, per prevenire e contrastare il fenomeno dell’abbandono illecito di rifiuti, nella cosiddetta “Terra dei Fuochi”. Sono stati effettuati 33.540 pattugliamenti; percorsi oltre 3 milioni di chilometri; ispezionate 160 attività produttive e individuati 122 nuovi siti di sversamento; sequestrate oltre 8mila metri quadrati di aree e comminate sanzioni amministrative per circa 500000 euro. 

Il Raggruppamento “Campania” per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso ha visto rimodulato il proprio dispositivo con un incremento di personale al fine di garantire il rispetto delle norme anti COVID-19, in particolar modo è stato anche impiegato nelle zone individuate come “rosse”, come Marcianise ed Orta di Atella. Gli eccellenti risultati, riconosciuti con un plauso agli uomini e donne dell’Esercito da tutti i Prefetti e i Questori delle varie Province, sono stati conseguiti grazie alla proficua collaborazione con le Forze dell’Ordine che ha permesso di garantire a pieno l’ordine pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

500mila euro di multe e 160 aziende controllate in 6 mesi dai militari casertani | FOTO

CasertaNews è in caricamento