rotate-mobile
Cronaca Villa Literno

Rapinano donna, carabinieri bloccano uno dei banditi. Caccia al complice

La vittima ha allertato il padre ed il marito, il malfattore riesce a liberarsi ma viene bloccato poco dopo dai militari

Si stava recando a prendere l’autovettura che aveva poco prima parcheggiata in via Vittorio Emanuele, a Villa Literno, quando è stata avvicinata da due extracomunitari che le hanno sottratto il portafogli dalla tasca del giubbotto che indossava.

La vittima, una 42enne del posto, immediatamente accortasi di essere stata derubata, ha avuto la freddezza di seguire i due malfattori e nello stesso tempo di chiedere aiuto telefonico al marito e al padre, che erano nei paraggi perché anche loro impegnati in delle commissioni. Quest’ultimi, raggiunta la donna e con l’aiuto di alcuni passanti, hanno tentato di bloccare i due malviventi. Mentre uno dei due è riuscito subito fuggire l’altro, quello che ha materialmente sottratto il portafogli alla 42enne, è riuscito a liberarsi e fuggire in un secondo momento e solo dopo aver energicamente spintonato, fino a farli cadere a terra, la stessa vittima e il padre.

I militari dell’Arma, nel frattempo allertati da alcuni passanti, mentre si stavano portando in quella zona hanno notato un extracomunitario corrispondente alla descrizione fornita del malfattore, un 33enne nigeriano, che fuggiva in direzione opposta alla loro. Immediatamente inseguito, è stato poi bloccato.

A seguito di perquisizione personale i carabinieri hanno rinvenuto all’interno della tasca destra del pantalone della tuta da questi indossata il portafoglio poco prima rubato contenente la somma di 95 euro, documenti di riconoscimento e carte di credito intestati alla vittima. L’uomo, tratto in arresto, e condotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, dovrà rispondere di rapina impropria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano donna, carabinieri bloccano uno dei banditi. Caccia al complice

CasertaNews è in caricamento