Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Camorra e politica, 2 testimoni non si presentano: saranno accompagnati dai carabinieri

Convocati dal magistrato della Dda, non si sono presentati in aula per essere ascoltati

L'ex consigliera Teresa Esposito ed Andrea De Filippo

Dal testimone reticente a due che dovranno essere accompagnati in aula dai carabinieri. Si sta venendo a creare un clima a dir poco teso nel processo che vede imputati, tra gli altri, l’attuale sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo, l’ex consigliere comunale Teresa Esposito, insieme ai fratelli Eduardo e Giovanni, la mamma Carmela Di Caprio, l’imprenditore Salvatore Esposito e Nunzia Di Donato.

Nel corso dell’ultima udienza, davanti al collegio si sarebbero dovuto presentare due testimoni convocati dal magistrato della Direzione distrettuale antimafia che, però, non si sono presentati per l’ennesima volta. Per questo motivo il presidente ha disposto che la prossima udienza (in agenda a giugno) vengano scortati dai carabinieri. L’unica persona che si è presentata è stato il fratello di Salvatore Esposito che però si è avvalso della facoltà di non rispondere in quanto congiunto dell’imputato.

L'indagine riguarda le elezioni 2018: secondo la procura della Dda il sindaco avrebbe ottenuto l'appoggio di un imprenditore in cambio di 'controlli vessatori' ai danni di un concorrente nella distribuzione del gas. Un accordo facilitato, secondo l'accusa, dalla famiglia Esposito per la presenza di Antonio, considerato il referente del clan Belforte a Maddaloni. Gli indagati sono accusati a vario titolo, di corruzione elettorale aggravata dall’articolo 7. Nel collegio difensivo ci sono gli avvocati Franco Liguori, Gianluca Giordano, Dezio Ferraro, Massimo Trifari, Aldo Tagliafierro e Mario Corsiero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra e politica, 2 testimoni non si presentano: saranno accompagnati dai carabinieri

CasertaNews è in caricamento