Cronaca

L'OMICIDIO DI SERENA Il figlio del maresciallo incastrato dalle perizie

Marco Mottola avrebbe ucciso la 18enne al culmine di un litigio. Per la morte della studentessa è indagata una famiglia di Teano

Serena Mollicone

È Marco Mottola il principale sospettato per la morte di Serena Mollicone, la studentessa 18enne di Arce uccisa il primo giugno 2001. Secondo le verifiche portate avanti dai carabinieri del Ris, come scrive FrosinoneToday, sarebbe stato proprio il figlio dell’ex comandante della locale caserma dei carabinieri a colpire la ragazza.

L'indagine sul 'cold case'

Con Mottola sono indagati anche il padre Franco e la madre Anna, tutti originari di Teano, oltre a due carabinieri che nel giorno dell’omicidio erano in servizio nella caserma di Arce. Un omicidio che, secondo l’informativa consegnata dai Ris al magistrato Maria Beatrice Siravo, sarebbe nato al culmine di una violenta lite. Una aggressione sfociata poi nell’omicidio della ragazza, morta dopo una lunga agonia, ma che potrebbe trovare finalmente giustizia dopo quasi 18 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'OMICIDIO DI SERENA Il figlio del maresciallo incastrato dalle perizie

CasertaNews è in caricamento