rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Teano

L'OMICIDIO DI SERENA Chiuse le indagini: trovate altre tracce biologiche

Il dossier è nelle mani del magistrato: ora si attende la svolta giiudiziaria

Il dossier con tutte le prove per l’omicidio di Serena Mollicone, la ragazza morta in tragiche circostanze 17 anni fa nella caserma dei carabinieri di Arce è pronto. Tutti gli atti sono stati inviati al magistrato Maria Beatrice Siravo che adesso dovrà decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio da inoltre al giudice per le indagini.

Per la morte della ragazza sono indagati l'ex comandante della stazione di Arce Franco Mottola di Teano, la moglie Anna, il figlio Marco, l'ex vice comandante della stazione di Arce, il luogotenente Vincenzo Quatrale, e l'appuntato Francesco Suprano.

Come scrive FrosinoneToday, i carabinieri del Ris hanno consegnato nella giornata di giovedì l'ultima perizia. Quella inerente le tracce di botanica, quindi legno e muffe, rinvenute sul nastro adesivo che avvolgeva il sacchetto infilato sulla testa, i polsi e le caviglie della diciottenne di Arce. Gli elementi isolati dagli esperti dello speciale reparto dell'Arma non lasciano spazio a dubbi: il legno presente sui reperti è lo stesso che si trova nella caserma. Stesso discorso per le polveri di muffa. Serena Mollicone, quindi, è stata aggredita in quell'alloggio di servizio presente nella struttura militare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'OMICIDIO DI SERENA Chiuse le indagini: trovate altre tracce biologiche

CasertaNews è in caricamento