menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ufficio tecnico del comune di Castel Volturno

L'ufficio tecnico del comune di Castel Volturno

Sesso e soldi per i permessi a costruire: 16 indagati | TUTTI I NOMI

Tecnici e dipendenti comunali nel mirino della Procura. Fissati gli interrogatori degli arrestati

Sono 16 complessivamente gli indagati dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere nell'inchiesta sui piaceri, economici e carnali, all'interno dell'ufficio tecnico del Comune di Castel Volturno che ha portato all'arresto di 7 persone (3 in carcere, 3 ai domiciliari ed un divieto di dimora in provincia di Caserta).

Oltre alle sette persone colpite da misura cautelare sono formalmente indagate a piede libero, tra dipendenti comunali e professionisti, anche Wladimiro Saltelli, 45 anni di Giugliano; Raffaele Papararo, 44 anni di Castel Volturno; Giuseppe Fiore, 48 anni di Mondragone; Marco Caimano, 38 anni di Mondragone; Giovanni Rotondo, 50 anni di Giugliano in Campania; Rocco Fittipaldi, 58 anni di Pozzuoli; Daniele Papararo, 51 anni di Castel Volturno; Carmine Brancaccio, 62 anni di Castel Volturno; Antonio Cacciapuoti, 60 anni di Villa di Briano.

Per il gip Grammatica il carattere singolo degli episodi non ha reso necessaria l'applicazione di alcuna misura in quanto non vi era concreto pericolo di reiterazione dei reati. I pubblici ministeri avevano chiesto anche la sospensione professionale per 6 mesi per Saltelli, Fittipaldi, Fiore, Caimano, Rotondo, Daniele Papararo, Brancaccio e Cacciapuoti, misura non accordata dal giudice.

Intanto domani, 12 gennaio, prenderanno il via gli interrogatori di garanzia. Si dovrà presentare dinanzi al gip Antonio Di Bona, l'archivista dell'Utc che avrebbe ottenuto favori sessuali per un'accelerazione delle pratiche, insieme con Carmine Noviello e Giuseppe Verazzo. Lunedì toccherà, invece, a Giuseppe Russo, al comandante della polizia municipale Luigi Cassandra e Francesco Morrone, tutti difesi dall'avvocato Ferdinando Letizia, ristretti ai domiciliari.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento