menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, una settimana da incubo: 64 pazienti casertani morti

Maddaloni e Mondragone sono le città più colpite in provincia di Caserta

Il Covid-19 continua a mietere ancora troppe vittime in provincia di Caserta. Nell'ultima settimana l'Asl ha registrato ben 64 decessi di pazienti che avevano contratto il virus: oltre 9 vittime al giorno. Una media da incubo, calcolata dall'8 al 14 gennaio 2021. L'aumento in tal senso è stato dunque significativo rispetto alla settimana precedente quando i pazienti che non ce l'hanno fatta sono stati 50. Ed il numero dei decessi dall'inizio della pandemia è salito così a quota 554.

I contagi

Dati in netto peggioramento rispetto alla settimana precedente anche sul fronte dei contagi: in 7 giorni sono risultati positivi 1.014 pazienti (+203). Tuttavia, dall'8 al 14 gennaio, l'incidenza percentuale dei positivi per tampone è scesa all'8,8% (rispetto al 9,9% della settimana precedente). Un calo dovuto all'aumento dei tamponi processati: 11.947 rispetto agli 8150 della settimana precedente.

I centri più colpiti

Maddaloni e Mondragone sono i centri maggiormente colpiti dal coronavirus. Secondo l'ultimo bollettino diffuso dall'Asl di Caserta, nella comunità maddalonese ci sono ancora 249 pazienti positivi al Covid, mentre nella città del litorale domitio 207. Nella triste classifica delle città con più alto numero di contagiati seguono Caserta (188 positivi attuali), Marcianise (180), Sessa Aurunca e Teano (109), Aversa (108), San Felice a Cancello (101), Capua (87), Santa Maria Capua Vetere e Trentola Ducenta (86).

I guariti

Numeri rassicuranti invece sul fronte dei guariti: 1.616 pazienti hanno vinto la loro battaglia col coronavirus nel corso della settimana dall'8 al 14 gennaio. Alla luce di questi dati i positivi attuali sono 3.322, ben 666 in meno rispetto ai 7 giorni precedenti. Il bilancio dei guariti dall'inizio della pandemia sale a quota 33.700.

L'esplosione dei casi a Rocca d'Evandro e Presenzano

Ma torniamo alle 'dolenti note'. L'ultima settimana è stata certamente segnata dall'esplosione dei casi di Covid a Rocca d'Evandro e Presenzano, due comuni dell'alto casertano. Nel primo comune i positivi attuali sono arrivati a quota 78 e il rischio che possa essere dichiarato "zona rossa" si fa davvero sempre più insistente. Mentre a Presenzano i 60 positivi totali, 32 attualmente monitorati ed un gruppo di 48 persone ancora in quarantena in attesa del responso del tampone, hanno spinto il sindaco Andrea Maccarelli a firmare un ordinanza per istituire la “zona rossa”, quasi al limite del lockdown. Nei prossimi giorni l'evoluzione della curva epidemiologica aiuterà a capire il 'destino' delle due comunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento