Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Segregata e picchiata dalla nipote per soldi ma fugge e chiama i carabinieri

L'anziana ha raccontato la sua storia: era stata privata del telefonino e non aveva più il controllo di Postamat e pensione. La giovane è stata denunciata

Vive segregata in casa dalla nipote ma riesce a fuggire e chiama i carabinieri grazie al telefonino della vicina. E' questa la storia di una donna di 86 anni, pensionata, che nella mattinata di oggi (4 settembre), ha posto fine alla sua 'carcerazione'. E' accaduto a Caserta.

L'anziana ha approfittato dell'assenza della nipote con cui vie per scappare e chiedere aiuto ai carabinieri. In pochi minuti i militari dell’Arma sono intervenuti presso l’abitazione indicata dalla donna. L'anziana, emotivamente provata, ha riferito che da diverse settimane era stata segregata in casa dalla nipote, dalla quale veniva quotidianamente picchiata e maltrattata. Riferiva inoltre che le era stato sottratto il cellulare per impedirle di avere contatti con il mondo esterno e che non aveva più la gestione del Postamat e della sua pensione.

Gli immediati accertamenti eseguiti dai militari dell’Arma, le precarie condizioni di salute dell’anziana e la denuncia querela presentata dalla stessa nei confronti della nipote hanno consentito di procedere al deferimento in stato di libertà della 41enne. Quest'ultima dovrà ora rispondere di maltrattamenti contro familiari o conviventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segregata e picchiata dalla nipote per soldi ma fugge e chiama i carabinieri
CasertaNews è in caricamento