rotate-mobile
Cronaca Casal di Principe

Adriano e Peppe stremati all’ottavo giorno di sciopero della fame | FOTO

Il sindaco-medico va a visitarli. Situazione al limite. “Appello al prefetto”

Adriano e Peppe sono al limite dello stremo. I due allevatori da 8 giorni stanno portando avanti lo sciopero della fame per protestare contro il “caos brucellosi” svelato da un’inchiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che ha accertato come migliaia di bufale, in realtà sane, sarebbero state abbattute, creando danni per diverse centinaia di migliaia di euro agli allevatori casertani, in particolare dell’agro aversano.

Da settimane è stata avviata un’azione di protesta nei confronti dell’Asl di Caserta e della Regione Campania, che è diventata eclatante quando, 8 giorni fa, Adriano Noviello e Peppe Pagano hanno iniziato lo sciopero della fame. Le loro condizioni fisiche però stanno iniziando a preoccupare, tant’è che questa mattina il sindaco-medico di Casal di Principe Renato Natale si è recato da loro per monitorare la situazione.

“Questa mattina abbiamo chiesto l'intervento urgente del Prefetto di Caserta per attivare immediatamente l'assistenza medica per Adriano Noviello e Peppe Pagano” ha spiegato Gianni Fabbris, portavoce del movimento. “Abbiamo rappresentato al Prefetto la nostra forte preoccupazione per la loro salute che nelle ore scorse ha dato segnali fisici di stress e di difficoltà. Siamo in attesa di interventi, ritenendo le istituzioni responsabili della salute dei nostri due fratelli costretti a attuare questa forma di lotta civile per sbloccare una situazione ormai intollerabile per tutto il comparto e il territorio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adriano e Peppe stremati all’ottavo giorno di sciopero della fame | FOTO

CasertaNews è in caricamento