menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La villetta di via Napoli chiusa

La villetta di via Napoli chiusa

Villa comunale chiusa da 8 mesi: il comitato attacca il sindaco

Lo spazio pubblico interdetto dopo il raid vandalico: "Non ci sono più aree verdi agibili"

Era il 27 giugno del 2019 quando il sindaco di San Prisco Domenico D’Angelo, con ordinanza numero 5, chiudeva la villetta comunale di via Napoli a tutela della pubblica incolumità e del patrimonio comunale. In seguito ad un atto vandalico da parte di ignoti, infatti, c’era stato il furto e il danneggiamento dell’impianto elettrico della pubblica illuminazione e dell’interruttore che serve ad alimentare le telecamere.

Lo stesso D’Angelo aveva disposto la chiusura della villetta di via Napoli fino al ripristino dei danni provocati dai vandali o all’affidamento dell’area ad una associazione,comitato o soggetti privati interessati alla sua gestione. Ebbene da quel giorno sono trascorsi quasi otto mesi e i cancelli della villetta di via Napoli restano chiusi da un grosso lucchetto.

Sull’argomento intervengono i rappresentanti della nuova associazione di San Prisco ‘Progetto Tifata’. "L’amministrazione – fanno sapere i soci del sodalizio – ha pensato bene di risolvere il problema del degrado della villetta comunale di via Napoli chiudendola ed impendendo ai cittadini di utilizzarla. A San Prisco oramai non ci sono più aree verdi agibili, tanto che i residenti sono costretti a spostarsi nei comuni limitrofi per fare una passeggiata o per far giocare i propri figli sulle giostre. Purtroppo il caso della villetta di via Napoli non è unico. Lo spazio verde di via Palinuro è stato recintato e mai più utilizzato, la grande villa di CorsoTrieste è nel degrado più assoluto con giostre completamente distrutte, cestini della spazzatura divelti e rifiuti in ogni angolo. Negli ultimi giorni, abbiamo sentito parlare di uno nuovo spazio verde in via Agostino Stellato; prima di interessarsi a progetti che probabilmente non saranno mai ultimati, i nostri amministratori farebbero bene a rivalutare le aree già esistenti e che si trovano in uno stato di totale e desolante abbandono".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento