Il vicesindaco da Salvini con la fascia tricolore: è bufera

Il Pd accusa Vaio: "Non confonda il suo ruolo partitico con quello istituzionale"

Il vicesindaco Vaio con Salvini

E' bufera sul vicesindaco di Grazzanise Marcello Vaio reo di aver partecipato alla vista del Ministro Matteo Salvini, ieri ad Afragola, con tanto di fascia tricolore, nonostante non fosse andato in rappresentanza del Comune ma in qualità di esponente locale della Lega.

A far scoppiare il caso è il locale circolo del Partito Democratico che, in una nota, sottolonea come "non serve una laurea in Scienze politiche per capire che è grave non distinguere la differenza tra appartenenza partitica e l’Ente che si rappresenta così come ha fatto il vicesindaco Vaio. È mancata totalmente la cultura istituzionale da parte del vicesindaco (neoleghista dopo i trascorsi in tanti, ma tanti partiti e movimenti politici), che tra l’altro vanta un’esperienza amministrativa dal lontano 1976, nella fotografia con tanto di fascia tricolore al fianco del senatore Salvini. É mancata perché il senatore Salvini ad Afragola è intervenuto, non ad un’iniziativa istituzionale, ma ad una passerella per la Lega locale (come mostrano i manifesti)".

Insomma la dimenticanza non è da poco: "Sia chiaro nessuno vuol vietare al vicesindaco e al gruppo consiliare neoleghista di partecipare ad iniziative partitiche o di andare a Pontida con l’elmo in testa (come da tradizione leghista), ma è sempre necessario tenere distinti i ruoli, perchè chi indossa la fascia da primo cittadino rappresenta tutti i cittadini e non solo il proprio elettorato. Il vicesindaco o chi lo ha delegato non può e non deve considerare le Istituzioni cosa propria, confondendo i ruoli con normale disinvoltura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il comportamento del vicesindaco Vaio è lo specchio di come funzionano le cose nel nostro paese, dove, soprattutto negli ultimi anni, alcuni amministratori tendono a guardare con maggiore attenzione gli interessi di parte e quegli degli amici e non a quelli di tutta la comunità, con un’amministrazione distante dai reali problemi dei cittadini, un’amministrazione che ha continuato a trascinare la nostra Grazzanise dall’essere regina dei Mazzoni a fanalino di coda della nostra provincia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento