Attualità

Nel casertano 4500 'over 80' non hanno prenotato il vaccino

L’Asl ha completato tutti i prenotati. Il 30% di under 60 rifiuta AstraZeneca

La campagna vaccinale dell’Asl di Caserta viaggia verso le 250mila dosi di vaccino somministrate. Praticamente completata la campagna dedicata agli over 80, resta però un giallo su 4500 anziani, censiti dall’Asl, che però non hanno ancora provveduto a richiedere la propria dose. “Forse perché sono soli e non sono in grado di farlo. Questa è una delle maggiori criticità che sta incontrando la campagna vaccinale” ha affermato Michele Tari, dirigente dell’Asl, come riporta l’Ansa.

Nel casertano si somministrano in media, nei sei hub vaccinali, 6200 dosi giornaliere (un terzo viene somministrato alla caserma “Ferrari Orsi”) e si viaggia verso le 250mila dosi somministrate. Sul fronte dei vaccini forniti, 157245 sono stati dosi Pfizer e oltre 72mila di Astrazeneca; per il vaccino angolo-svedese però sono state tante le defezioni. “Gli over 60 – dice Tari – rifiutano poco la somministrazione; quasi l’80% si è fatto iniettare Astrazeneca, mentre le defezioni sono tanti per gli under 60”.

Tari fa appello ai 4500 over 80 censiti ma che non si sono registrati sulla piattaforma “sinfonia”; in totale gli ultraottantenni censiti sono 38mila, di questo hanno ricevuto la dose 33490, ovvero quelli registratisi, gli altri restano senza alcuna immunità. “Dobbiamo fare in modo che anche chi non si è registrato venga vaccinato”. Il funzionario dell’Asl annuncia poi che presto saranno attivati, accanto ai sei hub già operativi, altri tre poli vaccinali, in particolare a Francolise e Piana di Monte Verna, e un altro con la modalità “drive trough” a Teano.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel casertano 4500 'over 80' non hanno prenotato il vaccino

CasertaNews è in caricamento