Attualità

Unicef e Rotary per "Il mondo che verrà": i giovani casertani costruiscono il loro futuro

Cecilia Amodio, presidente Unicef Caserta

Si può ipotizzare il futuro della propria città coniugando sapientemente gli Obiettivi dell’Agenda ONU 2030? Questo interrogativo è il cuore del progetto "Il mondo che verrà", il percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento nato dall’incontro di due realtà socialmente rilevanti nella città di Caserta: il Comitato Provinciale Unicef e il Rotary Club Caserta Terra di Lavoro 1954. 

Al via lunedì 19 aprile, col patrocinio della Provincia di Caserta e del Comune di Caserta, parteciperanno a questo lavoro di programmazione del proprio futuro gli studenti dell’Istituto "Enrico Mattei", del Liceo "Pietro Giannone", del Liceo "Alessandro Manzoni", dell’ITIS LS "Francesco Giordani", dell’ITS "Michelangelo Buonarroti", del Liceo Artistico San Leucio e dell’ISISS "Galileo Ferraris" di Caserta. Il Giordani ha messo a disposizione anche il Future Labs che è l’espressione della più avanzata tecnologia funzionale alle nuove metodologie didattiche e di formazione dei docenti. 

"Il mondo che verrà" si svolgerà in uno spazio temporale che vedrà come traguardo giugno 2022, ed avrà come protagonisti gli alunni degli Istituti aderenti, chiamati a confrontarsi con esperti sui temi della giustizia, della sanità, della tecnologia, dell’Ambiente e dell’Economia. 

"La costruzione di una città solidale chiama in causa non soltanto le istituzioni ma ciascuno di noi – dice Emilia Narciso, presidente regionale di UNICEF - E ciascuno di noi farà la sua parte in questo percorso condiviso con gli studenti degli superiori di Caserta. Grazie ai dirigenti scolastici che dimostrano quotidianamente il loro forte ruolo sociale di educatori e costruttori di comunità". 

"Poiché siamo convinti che i giovani hanno il diritto di essere protagonisti nella costruzione del futuro che li attende – spiega Cecilia Amodio, presidente Comitato provinciale UNICEF Caserta - li abbiamo invitati a dare sostanza e significato nuovi a “parole” conosciute quali, sviluppo, sostenibilità, solidarietà, tecnologia, impresa, ambiente, legalità, giustizia, benessere che riteniamo debbano essere rintracciabili in una comunità accogliente e solidale". 

"Il Rotary Club di Caserta Terra di Lavoro 1954 è particolarmente lieto di operare assieme al Comitato Unicef di Caserta per una iniziativa che vede le due associazioni al fianco dei giovani della nostra Città - sottolinea Silvana Gramegna, presidente del Rotary Club Terra di Lavoro 1954 - per sostenerli nell’impegno di attuare le premesse di una società più equa, solidale e coinvolgente per il mondo giovanile, così come da essi auspicata". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unicef e Rotary per "Il mondo che verrà": i giovani casertani costruiscono il loro futuro

CasertaNews è in caricamento