rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Ucciso con il generale Dalla Chiesa, la Polizia celebra l'eroe casertano

Russo aveva appena 32 anni: era stato assegnato alla scorta del Prefetto a Palermo

La Polizia di Stato celebra Domenico Russo, il poliziotto originario di Santa Maria Capua Vetere, ucciso durante la strage di via Carini a Palermo in cui perse la vita il prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa e sua moglie Emanuela Setti Carraro.

Russo, aveva appena 32 anni quando ebbe l'incarico di scortare il prefetto Dalla Chiesa da poco insediato a Palermo. Il 3 settembre in via Carini a Palermo, un commando mafioso affianca l’Alfetta di servizio di Domenico e l’A112 con dentro Dalla Chiesa e sua moglie Emanuela Setti Carraro; fucili d’assalto e pistole vengono utilizzati senza pietà contro i tre obiettivi. Il Prefetto e la moglie muoiono sul colpo mentre Domenico, raggiunto al cranio da un proiettile, lotterà per la vita per 12 giorni, morendo il 15 settembre.

"Ricordiamo oggi quell’infame attacco allo Stato e un giovane poliziotto pieno di sogni, irrealizzati, per il suo futuro", ricorda la Polizia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso con il generale Dalla Chiesa, la Polizia celebra l'eroe casertano

CasertaNews è in caricamento