rotate-mobile
Attualità

Caos Tari, lo "sconto" deciso dal Consiglio non applicato in bolletta

Interrogazione di Ciontoli sulla rateizzazione della tassa e la riduzione del 4%

Caos Tari. Il consigliere comunale Antonio Ciontoli punzecchia il sindaco con un'interrogazione con la quale chiede lo stato dell'arte della procedura con la quale l'assise cittadina ha disposto la dilazione in 4 rate della tassa e la riduzione del 4,03% già a partire da quest'anno. 

Ciontoli, nel testo dell'interrogazione, ricorda come "un disguido tecnico non ha consentito di applicare subito e direttamente il deliberato del consiglio comunale" e per questo i cittadini sono stati raggiunti dalla vecchia rateizzazione (3 bollette) e con l'importo non ridotto.

Già agli inizi di giugno fu detto ai casertani di pagare le prime due rate ed attendere la riemissione delle bollette con scadenza 15 settembre e 15 novembre, sulle quali sarebbe stato effettuato un conguaglio calcolando lo "sconto" del 4,03%. Ma nel frattempo molti cittadini hanno pagato con un'unica soluzione, versando anche quanto non dovuto. 

Per questo Ciontoli chiede chiarimenti sulla rinotifica delle cartelle oltre all'applicazione di una formula compensativa, sulle bollette della prossima annualità, per chi già ha pagato. Infine il consigliere chiede "se, per caso, si è già considerato che, le 4 bollette e la riduzione del 4,03%, slittano all’anno prossimo, perchè non si procede ad horas a rendere pubblica la decisione, sottolineando ed includendo nella disposizione ufficiale gli effetti retroattivi di quanto deciso dal consiglio comunale
per l’annualità 2018 e ad oggi non ancora assicurato ai cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos Tari, lo "sconto" deciso dal Consiglio non applicato in bolletta

CasertaNews è in caricamento