rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità Succivo

Il parroco evita lo 'sfratto' delle suore: è l'unico a partecipare al bando

Verserà 12mila euro nelle casse dell'Ente e la scuola privata resterà aperta

Le suore rimarranno a Succivo, non ci sarà nessuno sfratto come qualcuno aveva paventato. L’altro giorno, il parroco don Tommaso D’Ausilio ha risposto all’avviso pubblico emanato dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Salvatore Papa, per la locazione dell’immobile comunale sito in Corso Umberto I numero nove e meglio conosciuto come l’ex “asilo Elena D’Aosta”.

Con la sua offerta, pari a dodicimila euro, il prelato si è aggiudicato la locazione dell’immobile dove le suore riparatrici del Sacro Cuore potranno continuare la loro attività di educatrici e mantenervi una scuola privata. Con determinazione del 24 gennaio scorso - scrive il Nicola Martiniello dirigente del settore amministrativo contabile - è stato pubblicato un avviso di manifestazione d’interesse Alla scadenza dei termini è pervenuta un’unica offerta da parte di Don Tommaso D’Ausilio Parroco pro-tempore della Parrocchia della Trasfigurazione.

Insomma, si chiude una vicenda, quella dell’Asilo del Sacro Cuore, che da anni ha scatenato enormi polemiche, sopratutto sul versamento o meno dei canoni di locazione dell’immobile da parte della parrocchia.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il parroco evita lo 'sfratto' delle suore: è l'unico a partecipare al bando

CasertaNews è in caricamento