rotate-mobile
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Stadio chiuso e ristrutturazione al palo: "Enormi disagi per società e tifosi"

Aveta presenta un'interrogazione per chiedere delucidazioni anche sugli altri impianti cittadini

Chiarimenti sulla prolungata impraticabilità dello stadio Piccirillo, impulso all’attivazione di finanziamenti per gli impianti sportivi. Sono gli obiettivi di una interrogazione presentata dal gruppo “Alleanza per la città - M5S - Verdi” di Santa Maria Capua Vetere.

"Da diversi mesi - spiega il capogruppo Raffaele Aveta - il Gladiator si allena e gioca le partite casalinghe a Cardito, dal momento che lo stadio comunale risulta inutilizzabile. A parte l’aggravio di costi per la società, questo naturalmente crea notevoli disagi ai tanti tifosi che seguono con passione la squadra nerazzurra, oltre a un danno all’immagine della stessa città. Per queste ragioni abbiamo chiesto all’amministrazione comunale di riferire in Consiglio sullo stato della vicenda, per chiarire i motivi della chiusura dello stadio e anche per delucidare i cittadini sullo stato di attuazione del progetto di ristrutturazione annunciato durante la precedente consiliatura guidata dallo stesso sindaco, che prevedeva la copertura delle tribune e la realizzazione di un manto in erba sintetica per un valore di 1 milione e 360mila euro a totale carico del Coni".

A questo si aggiunga "che non sono più attivi, ormai da anni, neanche gli impianti dell’ex Angiulli e della ex caserma Mario Fiore (non comunali) e quello del rione Iacp (comunale), con un grave depauperamento delle strutture dedicate allo sport in città - prosegue il leader dell'opposizione - Basti pensare che una storica scuola calcio come la Juve Sammaritana ha dovuto ridurre la sua attività alle prime leve calcistiche in un campo di calcetto e che una squadra di recente costituzione (il Mithraeum) si allena e gioca sui terreni di Comuni viciniori pur essendo un progetto totalmente sammaritano".

La pratica del calcio e dello sport in generale, oltre a essere una passione innata di centinaia di ragazzi sammaritani, "costituisce da sempre - conclude Aveta - un baluardo contro la marginalità, a favore di tempi di svago più sani dal punto di vista fisico, morale e sociale. Chiediamo dunque all’amministrazione comunale se si sta attivando per intercettare le diverse fonti di finanziamento per la realizzazione di moderni impianti sportivi (e non solo quelle messe a disposizione dal Coni), con una progettazione che, nel medio-lungo termine, può dotare la nostra città di strutture per la pratica dello sport così come avviene in tantissime realtà della nostra provincia e non solo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio chiuso e ristrutturazione al palo: "Enormi disagi per società e tifosi"

CasertaNews è in caricamento