"Il divieto di spostamento tra le province è solo per i residenti in Campania"

Chiarimento all'ordinanza di De Luca: "Finalizzata ad impedire la diffusione del virus da aree a maggiore intensità di contagio ad aree nelle quali ad oggi la situazione è di minore gravità”

Le disposizioni relative al blocco della mobilità tra province campane non si applica ai non residenti nella regione. E’ un chiarimento arrivato dall’Unità di Crisi della Campania relativamente alle disposizioni dell’ordinanza numero 83 firmata dal presidente Vincenzo De Luca, che prevede, tra l’altro, anche il coprifuoco alle ore 23. 

“La misura - si legge in una nota - è finalizzata ad impedire la diffusione del virus da aree a maggiore intensità di contagio ad aree della regione nelle quali ad oggi la situazione è di minore gravità”. 

La disposizione, si chiarisce, “non si applica ai cittadini abitualmente residenti o domiciliati in altre regioni, né al transito necessario allo spostamento dei cittadini campani verso altre regioni italiane o straniere”. 

Inoltre tra le attività di “formazione” che legittimano gli spostamenti “sono inclusi l’attività formativa, di training, nonché gli allenamenti connessi ad impegni correlati a competizioni consentite dalle disposizioni vigenti. Ogni specifico motivo dello spostamento dovrà essere  autocertificato sotto responsabilità personale dell’interessato o, in caso di minori, dell’accompagnatore maggiorenne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento