menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sospesa l'installazione dell'antenna telefonica dopo le polemiche

I cittadini avevano fatto sentire la loro voce, il sindaco: "Li abbiamo ascoltati"

Il sindaco di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana, ha sospeso l'installazione di un'antenna di telefonia mobile della Iliad sull'opificio Puca al corso atellano. "Tranquillizzo tutti i cittadini residenti nelle strade a ridosso dell'opificio che erano preoccupati per l’installazione di una stazione Radio Base per rete di telefonia Mobile di Iliad - ha detto il primo cittadino -. Gli uffici comunali alla luce della documentazione acquista agli atti hanno anche avviato il procedimento di annullamento in autotutela relativamente all’istanza inoltrata dalla Iliad spa in data 27 maggio 2020 per l’installazione di una stazione Radio Base per rete di telefonia Mobile".

Nell'ordinanza viene sottolineato che "in data 26 novembre 2020 con nota inviata a mezzo pec veniva comunicato l’inizio dei lavori allegando la documentazione di rito, a seguito di molte telefonate di cittadini della zona preoccupati per la presenza di tale antenna, esaminati gli atti prodotti dall'azienda, dopo sopralluogo, sussistendone le ragioni di interesse pubblico, visto che l'immobile ricade all' interno del centro storico, considerato che ricorrevano i presupposti per l’annullamento del silenzio assenso formatosi, pur essendo trascorsi oltre 90 giorni dall' istanza di autorizzazione per l’installazione di una stazione Radio Base per rete di telefonia Mobile, si è provveduto con atto dirigenziale alla sospensione dei lavori in corso ed avviato anche il procedimento di annullamento in autotutela del silenzio assenso per l’installazione di questa stazione Radio Base per rete di telefonia Mobile di Iliad S.p.A sullo storico opificio Puca".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento