menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I parlamentari casertani

I parlamentari casertani

Soldi ai partiti: tutte le cifre. La senatrice casertana restituisce ai 5 Stelle più di Di Maio

Oltre 27 milioni di euro nelle casse della politica: 19 milioni arrivano dai parlamentari. Aziende generose con quasi un milione e mezzo

La senatrice Vilma Moronese tra i più generosi verso il Movimento. La parlamentare casertana nel solo 2019 ha effettuato donazioni per circa 54mila euro verso il Comitato per la rendicontazione e rimborsi del Movimento 5 Stelle (l'organismo chiamato a raccogliere parte delle indennità di carica che vengono restituiti dai parlamentari grillini sotto forma di finanziamento alle piccole e medie imprese) ed associazioni satellite (Rousseau, Italia a 5 Stelle, Italia a 5 Stelle 2019). Una somma quasi da record che fa della senatrice di Santa Maria Capua Vetere la quarta più generosa tra i grillini (si pensi che sono 10mila euro in più rispetto al ministro Alfonso Bonafede ed addirittura 26mila euro in più rispetto a Luigi Di Maio).

I soldi ai partiti

E' quanto emerge dal dossier di Trasparency su "soldi e politica" che mette nero su bianco tutte le donazioni ai partiti, 27 milioni nel 2019. Dal report viene fuori che a livello nazionale è la Lega il partito che ha incassato di più con 13 776 479,36 euro di contributi nel biennio 2018-2019, quasi un terzo di tutte le donazioni ricevute (27,25% del totale), incassati sia direttamente che tramite i propri parlamentari o associazioni collegate. Seguono il Partito Democratico (9.605.054,14 euro tra 2018-2019), e il Movimento 5 Stelle (8.946.555,56 euro ma solo per il 2019). Questi primi tre partiti insieme ricevono il 63,94% dei finanziamenti totali. Seguono Forza Italia (circa 6 milioni e 800mila tra 2018 e 2019) e Fratelli d'Italia (poco più di due milioni e mezzo tra 2018 e 2019). Va detto che la maggior parte dei finanziamenti alla politica anche nel 2019 continuano ad arrivare dai parlamentari (circa 19 milioni). Una sorta di "rimessa" o di autotassazione che consente ai partiti di sopravvivere nonostante i tagli di tutti i finanziamenti pubblici a partire dal 2018. 

I parlamentari casertani del Movimento 5 Stelle

Ma quanto hanno donato i parlamentari casertani? Se della Moronese già si è parlato adesso vediamo gli altri della carovana grillina quanto hanno restituito nell'anno appena trascorso. Giuseppe Buompane di Frignano nel corso del 2019 ha effettuato donazioni per complessivi 25.577 euro; Antonio Del Monaco di Maddaloni 33538 euro; Margherita Del Sesto di Pietravairano 30561 euro; Fabio Di Micco di Orta di Atella appena 8100 euro (ci cui 6mila al Comitato); Nicola Grimaldi di Aversa 31mila euro; Marianna Iorio di Maddaloni 28.364 euro; Giovanni Russo di Orta di Atella 27.700 euro; Agostino Santillo di Casapulla 27.500 euro. 

Da Lega a Pd: le altre donazioni dei politici

Più difficile tracciare le donazioni degli altri partiti (molte fondazioni che fanno capo ai movimenti politici ancora non hanno reso noti i dati dei loro donatori, obbligatori per la Spazzacorrotti). Nel Pd Piero De Luca, figlio del governatore della Campania ed eletto a Caserta, ha donato ai Dem 42mila euro; l'eurodeputato leghista Valentino Grant ha "restituito" al partito di Salvini 6mila euro. 

Le donazioni delle aziende

Dal dossier emerge come ben 1 milione 471mila euro siano stati donati alla politica da aziende. Si segnala la capacità di Italia Viva di Matteo Renzi e di Cambiamo! di Giovanni Toti di richiamare cosiddetti “big donors”, cioè soggetti disposti a elargire donazioni particolarmente generose. I soli imprenditori Daniele Ferrero, Lupo Rattazzi e Davide Serra hanno contribuito ad Italia Viva con 290.000 euro, mentre in soccorso di Toti sono intervenute la Moby e la Black Oils spa rispettivamente con 100.000 e 50.000 euro di donazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento