rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Attualità

Terremoto, tempi più lunghi per i contributi ma uffici chiusi

Interrogazione del consigliere regionale Zinzi: "Prorogate i termini di altri 3 mesi"

I recenti terremoti agostani, con epicentro nei pressi di Termoli, che hanno fatto tremare la terra nel casertano pongono ancora una volta l'attenzione sulla problematica della prevenzione.

E proprio per questo il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha presentato un’interrogazione indirizzata all’assessore regionale all’Urbanistica, Bruno Discepolo, avente ad oggetto l'avviso pubblico per la concessione di contributi finalizzati alla esecuzione di interventi di riduzione del rischio sismico. Il termine indicato dalla Regione in un primo momento era quello del 6 agosto 2018, successivamente prorogato di un mese, che tuttavia ha coinciso con quello di chiusura di uffici e laboratori tecnici.

Insomma il tempo non mancava ma gli uffici erano chiusi. Da qui prende spunto l'interrogazione che muove dalle segnalazioni provenienti dai Comuni circa l’inutilità di una simile proroga "agostana", considerata anche la difficile reperibilità di professionisti nel periodo estivo.

“Le recenti cronache hanno dimostrato la fragilità del nostro territorio - ha dichiarato Zinzi - che va sostenuto con interventi mirati. Mi chiedo come i Comuni possano trarre utilità da una proroga del genere se questa coincide esattamente con il mese di di Agosto. L'interesse nei confronti di tematiche delicate come questa si manifesta anche con un’attenzione ai particolari. La Giunta regionale prenda atto dell’errore di valutazione e rimedi, se vuole davvero che tutti i Comuni abbiano le stesse possibilità. Ne va della sicurezza dei nostri territori”.

Nel testo il consigliere Zinzi interroga la Giunta regionale “per chiedere che venga disposta una ulteriore proroga di almeno tre mesi, al fine di consentire la predisposizione di tutti gli indispensabili allegati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, tempi più lunghi per i contributi ma uffici chiusi

CasertaNews è in caricamento