rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Attualità Aversa

Raccolta differenziata, la soglia del 65% resta ancora un miraggio

Dai dati forniti dalla Tekra Aversa si sfiora la quota del 59%

È di 58,70% la media annuale della raccolta differenziata per il 2023 nella città di Aversa. A certificarlo è la Tekra, ovvero la ditta che si occupa del servizio di igiene urbana sul territorio cittadino. 

I dati non solo per niente confortanti. Basti pensare che secondo il testo unico ambientale (Dlgs 152/2006), in Italia la raccolta differenziata dei rifiuti avrebbe dovuto raggiungere almeno il 65% entro il 31 dicembre 2012. Oltre dieci anni dopo questo obiettivo, almeno ad Aversa, è ancora lontano. Analizzando, poi, i dati forniti dall’azienda che si occupa del servizio di igiene urbana è palese come ad Aversa non si differenzia nemmeno legno né miscele bituminose (salvo un’eccezione a maggio). 

Da quando non ci sono più le isole ecologiche (chiuse dalla precedente amministrazione comunale) si è sopperito attraverso lo ‘svuotacantine’, un’iniziativa portata avanti dall’ex assessore all’Ambiente Elena Caterino da sempre contestata dagli ambientalisti. Nel mese di dicembre non sono stati nemmeno raccolti rifiuti tessili, tv e monitor e lavatrici.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, la soglia del 65% resta ancora un miraggio

CasertaNews è in caricamento