Ingiunzione da 600 euro per una multa che non si trova. "Unica strada è ricorso, ma costa"

Il caso segnalato da un lettore, l'avvocato Posillipo: "Purtroppo la cancellazione dell'esenzione non tutela l'automobilista che spesso è costretto a pagare"

Si è visto recapitare una ingiunzione di pagamento dal Comune per una multa del 2014. Una ‘botta’ da oltre 600 euro che il diretto interessato non si attendeva e che non ricordava. Anche per questo si è recato negli uffici del Comune di Villa Literno per chiedere spiegazioni, ma qui è arrivata l’amara sorpresa: la multa non si trovava. La soluzione? Fare ricorso e, quindi, spendere soldi anche se si ritiene di non essere in errore.

La conferma è arrivata anche da un avvocato che abbiamo contattato per chiedere chiarimenti e dare supporto alla nostra lettrice. “Purtroppo l’unica speranza che ha l’automobilista è quella di fare ricorso” commenta Carmen Posillipo. “Bisogna pagare 43 euro di contributo unificato e 17 euro di marca da bollo”. 

carmen posillipo-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’avvocato poi spiega: “Fino a qualche anno fa, le opposizioni a sanzioni amministrative erano esenti dal contributo allo Stato. Sebbene il cittadino doveva pagare il lavoro dell’avvocato, aveva una sorta di tutela, potendo opporsi al giudice di pace e veder tutelati i propri diritti. Da quando l’esenzione è stata soppressa, quasi sempre gli automobilisti sono spinti a pagare le multe, perché spesso equivalgono ai soldi necessari per il ricorso. In più oltre all’aggravio di spese c’è anche una complessità procedurale che non tutela l’automobilista. L’unica salvezza sarebbe quella di predisporre la figura di un difensore civico a sostegno dei cittadini che si trovano in questi casi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Antonietta, l'ingegnere casertano che ha rifiutato le offerte del Nord ed ha reinventato l’Ingegneria Clinica della Federico II

  • Caterina Balivo ad Aversa tra piatti da lavare e gran caldo

  • Bomba di caldo, ecco le città casertane più ‘hot’. Ma c'è in arrivo la pioggia

  • Il pentito: "Ho permesso di spacciare nella piazza che i Belforte mi avevano lasciato dopo gli omicidi"

  • Il compagno di scuola pentito: "Autorizzato a spacciare con una mia lettera"

  • Trasforma la tettoia in mansarda, 'condannato' dal giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento