menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il consigliere comunale Carmine Palmiero

Il consigliere comunale Carmine Palmiero

"Pronti a restituire i soldi se lo farà anche il sindaco"

Noi Aversani esce allo scoperto ed attacca l'ex assessore Galluccio

“Siamo fermamente disposti a restituire le somme intere di indennità assessorili percepite dai nostri due rappresentanti in seno alla giunta municipale, Pisciotta e Turco, a patto che il primo passo lo faccia il sindaco e tutta la giunta, compreso il Presidente del Consiglio”. Il movimento Noi Aversani, con i consiglieri Carmine Palmiero e Francesco Sagliocco, oltre agli ex assessori Federica Turco e Gianpaolo Pisciotta, risponde per le rime all’ex assessore Paolo Galluccio, attaccato duramente in una nota in cui viene tirato in ballo dopo le dichiarazioni chiedeva agli ex delegati del gruppo di restituire le cifre incassate.

“Ci teniamo ad informare l’ex assessore Paolo Galluccio che il gruppo politico Noi Aversani è vivo e vegeto ed attivo politicamente, culturalmente e socialmente in città – si legge in una nota - In termini di coerenza non prendiamo lezioni da chi non ha esitato a passare da una parte all’altra a patto di conservare la poltrona. Le dichiarazioni dell’avvocato meritano una giusta e pronta replica anche alla luce di una serie di falsità e proclami propagandistici che non ci appartengono e che rendono palese una condizione di spaesamento e di lontananza, graniticamente accertata dagli atti e dalle diatribe che attanagliano la compagine di governo della città di Aversa. Il camaleontico ex assessore Galluccio a nome di chi parla? In qualità di presidente di una ormai Forza Italia inesistente? A nome di Forza Aversa?”.

Arriva poi una stoccata pesante all’ex assessore, accusato per le sue assenze dai lavori in giunta: “Piuttosto che interessarsi ai rimborsi delle indennità di chi ha rappresentato in primis le istanze degli aversani a nome e per conto del Movimento civico Noi Aversani, pensasse a restituire le indennità che ingiustamente ha percepito nonostante le numerose assenze durante i lavori della Giunta Municipale e che si facesse promotore del taglio netto di tutte le indennità di carica degli assessori”.

“È bene ricordare a chi forse gli sfugge – spiegano ancora dal movimento - che il buon Paolo Galluccio, da non eletto, ha occupato lo scranno assessorile, non per meriti conquistati sul campo ma bensì per mere ragioni di appartenenza ad una determinata consorteria politica riconducibile a Sant’Antimo che nulla ha da condividere con Aversa, recordman di assenza in Giunta e soprattutto tutti ricordano i cittadini bussare alla sua porta perennemente chiusa. Anche la maggioranza che si onora di rappresentare Galluccio forse non ancora ha compreso da che parte stare e soprattutto cosa significhi avere un’idea precisa di città, soddisfacendo realmente i bisogni di chi affronta e vive Aversa tra mille problemi e contraddizioni. Galluccio e soci dovrebbero solo tacere pensando a risolvere quanto prima i dissidi interni e di pensare a mettere finalmente mano alla risoluzione dei problemi di Aversa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento