menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli interventi riguarderanno anche lo scalone

Gli interventi riguarderanno anche lo scalone

La Reggia si rifà bella. Ecco i grafici dei nuovi percorsi accessibili durante i lavori | FOTO

Al via la prima fase del restauro da 13 milioni di euro. Maffei: "Risolveremo le criticità urgenti"

La Reggia di Caserta si rifà il look. Partono in questi giorni i lavori di restauro del plesso vanvitelliano, che coinvolgeranno l'intero complesso vanvitelliano, dalle superfici esterne, come facciate e tetti, a quelle interne, tra il meraviglioso scalone, le stanze, e opere d'arte; anche il Parco Reale con il Giardino Inglese sarà oggetto di lavori.

Le opere sono finanziate con fondi stanziati dal Mibact per un importo di 13 milioni di euro, che rappresenta la prima tranche dell'intero finanziamento pari a 40 milioni di euro; fondi il cui "obiettivo è risolvere in modo strutturale le più urgenti criticità della Reggia", ha spiegato la direttrice del monumento patrimonio dell'Unesco Tiziana Maffei. Si tratta di tre distinti lotti con altrettanti cantieri, che partiranno a distanza di pochi giorni l'uno dall'altro e che si concluderanno, ha annunciato Maffei, "entro la fine del 2020. I tempi sono stretti ma ce la faremo".

In particolare gli interventi interesseranno la Cappella Palatina, la cui condizione di dissesto è stata già denunciata dal crollo di uno degli abbaini, oltre ai tetti ed alle facciate del plesso vanvitelliano.

Nell’appartamento reale l’intervento conservativo investe i tratti più degradati del piano pavimentale in finto marmo dalla Sala del Consiglio a quella di Pio IX, comprese le retrostanze, sottoposti all’usura dovuta al calpestio del pubblico, ed alcuni elementi vulnerabili della veste decorativa, come la finitura a foglia d’oro, dei portelloni interni. E’ previsto inoltre l’intervento conservativo sul rivestimento marmoreo delle rampe meridionale e settentrionale dello scalone d’onore. L’opera di restauro interessa anche gli arredi lignei di maggiore pregio, quali i due letti monumentali di Gioacchino Murat e di Francesco II e i due comodini della camera da letto di Murat.

All'interno del parco, infine, i lavori interesseranno la Peschiera Grande, la Cascata Grande, con la revisione delle rampe che portano al Torrione, ed il Giardino Inglese.

Al fine di consentire l’esecuzione delle opere sarà modificato il percorso museale, con l’apertura ordinaria al pubblico del Teatro di Corte, delle Tombe sannitiche e di alcune Sale del Piano nobile finora inaccessibili e la chiusura temporanea delle retrostanze dell’800.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento