La Reggia lancia il concorso per far nascere opere d'arte dagli alberi del parco

Le opere potranno essere realizzate utilizzando le alberature e i materiali legnosi già a terra oppure esemplari di Quercus ilex vetusti

La Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta indice la prima edizione del concorso “Creazione Contemporanea & Museo Verde - Wooden Renaissance, a site-specific growth”. L'istituto museale selezionerà tre progetti d'arte da realizzarsi all'interno del Museo verde tramite l’uso esclusivo del legno, mediante il recupero e la valorizzazione degli esemplari vegetali da abbattere e dei materiali legnosi provenienti dal Parco Reale. "Creazione Contemporanea & Museo Verde - Wooden Renaissance, a site-specific growth” è rivolto ad artisti residenti in Italia o all’estero.

Le opere potranno essere realizzate utilizzando le alberature e i materiali legnosi già a terra oppure esemplari di Quercus ilex vetusti, per cui l’abbattimento programmato sarà sostituito con il mantenimento del fusto, limitato ad un’altezza di circa 4 metri. Tramite il riuso di materiale vegetale del Parco Reale, derivante anche dall’ordinaria attività di gestione, i partecipanti sono invitati a proporre opere in stretta comunicazione con la struttura architettonica e paesaggistica del Complesso Vanvitelliano. In linea con gli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda 2030, i partecipanti proporranno progetti in dialogo con i molteplici pubblici della Reggia di Caserta, stimolando la sensibilità individuale e collettiva nella lettura degli spazi coinvolti, della dimensione temporale del luogo, della consapevolezza del rapporto uomo ambiente. Il risultato della selezione sarà inoltre oggetto di partecipazione all’ Avviso pubblico della DGCC in collaborazione con la DGMU del MiBACt del Piano per l’arte contemporanea per la selezione di proposte per l’acquisizione, la produzione, la valorizzazione di opere della creatività contemporanea nelle collezioni pubbliche italiane. La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 4 dicembre 2020, ore 12.

Il Complesso Vanvitelliano, custode di una collezione contemporanea straordinaria quale Terrae Motus, intende avviare percorsi sperimentali di sostegno alla produzione creativa anche in vista di un’attività ben più ampia di valorizzazione dell’arte contemporanea negli spazi che la Reggia di Caserta sta recuperando, coerentemente a quanto previsto del “Progetto di riassegnazione degli spazi del complesso della Reggia di Caserta alla loro esclusiva destinazione culturale, educativa, museale”. ​

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento