Eventi alla Reggia e all'Acquedotto Carolino: pubblicato nuovo bando

La selezione delle proposte inviate entro il 30 settembre si è conclusa con l'accoglimento di un’unica istanza a causa della carenza degli elementi richiesti dal bando

La Reggia di Caserta

Prosegue l'impegno della Reggia di Caserta nel fare rete con il territorio, mediante il coinvolgimento di università, operatori culturali, cooperative, fondazioni, associazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e altri enti senza scopo di lucro nelle iniziative del Complesso vanvitelliano. Dopo l'avviso scaduto lo scorso settembre, è stata pubblicata la nuova richiesta di manifestazioni di interesse per acquisire progettualità relative ad attività da svolgersi alla Reggia di Caserta e all’Acquedotto Carolino nel primo quadrimestre 2021. I luoghi più suggestivi, ma anche quelli meno noti del Palazzo Reale, del Parco Reale e del maestoso Ponte della Valle ospiteranno le iniziative selezionate dalla commissione del museo.

Gli interessati dovranno presentare proposte riguardanti momenti di condivisione e fruizione culturale, mediante le diverse espressioni artistiche e creative, in piena interazione e armonia con la cornice del Monumento e del luogo di cultura nel quale si svolge. I progetti pervenuti saranno esaminati da una Commissione interna e sottoposte all’approvazione finale della Direzione. Saranno prese in considerazione le proposte di attività culturali in linea con la mission del Complesso Vanvitelliano applicando puntuali criteri di valutazione:

  • rigore scientifico e originalità del programma;
  • applicazione dei principi dell’Agenda 2030 Obiettivi di sostenibilità ONU;
  • approfondimento e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e naturalistico;
  • sviluppo della creatività;
  • ricerca, utilizzo e interpretazione delle fonti storiche;
  • diversificazione delle attività;
  • capacità attrattiva delle iniziative;
  • realizzazione di contributi digitali innovativi utilizzabili con finalità di documentazione e/o divulgazione;
  • reinterpretazione e utilizzo creativo degli spazi museali e del percorso dell’Acquedotto nel rispetto delle esigenze di salvaguardia e decoro;
  • curriculum del proponente;
  • rispetto dei criteri di ​accessibilità.

Al fine di garantire il rispetto dei principi di trasparenza e di pari opportunità è stato redatto un apposito regolamento per la valutazione e la selezione dei progetti. Le istanze presentate alla Reggia di Caserta, istituto del Mibact e patrimonio Unesco, devono essere in linea con l'avviso pubblico, anche in termini completezza delle informazioni e della documentazione richieste. La selezione delle proposte inviate entro il 30 settembre scorso, proprio a causa della carenza degli elementi richiesti dal bando, si è conclusa con l'accoglimento di un’unica istanza e con l'invito a riformulare le altre da parte dei soggetti proponenti.

L'AVVISO PUBBLICO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento