Il Covid 'ostacola' i ladri: calano del 52,9% le rapine in banca

I dati di Ossif, il centro di ricerca Abi in materia di sicurezza: solo due colpi in provincia di Caserta nei primi nove mesi del 2020

Più che dimezzate le rapine in banca in Campania. Nei primi nove mesi del 2020 sono stati 8 i colpi allo sportello effettuati nella regione contro i 17 dello stesso periodo del 2019, con un calo del 52,9%. E' la fotografia che emerge dai dati di Ossif, il Centro di ricerca Abi in materia di sicurezza, dai quali risulta anche un calo del fenomeno a livello nazionale: complessivamente, infatti, le rapine allo sportello sono passate da 211 nei primi nove mesi del 2019 a 92 del 2020 (-56,4%). Delle 8 rapine registrate nei primi 9 mesi dell'anno, 3 sono avvenute in provincia di Napoli, 2 in provincia di Caserta, 2 in provincia di Salerno e una in provincia di Benevento. Nei primi tre trimestri del 2020, cala anche il cosiddetto indice di rischio, cioè il numero di rapine ogni 100 sportelli, che è passato da 1,1 a 0,5 a livello nazionale e da 1,6 a 0,8 in Campania. Ad influire sicuramente l'emergenza coronavirus ed il conseguente lockdown, che ha certamente 'ostacolato' i piani dei ladri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato il dj Joseph Capriati: il padre arrestato per tentato omicidio

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Caserta in ansia per Joseph Capriati, il dj più famoso da Ibiza agli Usa

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento