Caos rifiuti, il Comune accusa: “Non ci lasciano scaricare negli impianti”

Lettera di Pacifico a Provincia e Gisec: “Nessuna risposta ai nostri solleciti”

I problemi che da settimane si susseguono a Mondragone per quanto riguarda la raccolta rifiuti, con i disservizi che hanno spinto il Comune a cambiare per ben due volte la ditta alla quale è affidato il servizio, aprono uno scontro tra l’Ente guidato dal sindaco Virgilio Pacifico e la Provincia di Caserta, socio unico della Gisec.

Nel mirino del primo cittadino, in una lettera indirizzata al prefetto Raffaele Ruberto e al presidente della Provincia Giorgio Magliocca, sono le file per conferire i rifiuti presso gli impianti della Gisec. “Se i camion non scaricano - scrive Pacifico - il servizio di raccolta sul territorio rimane paralizzato. Tanto più se si considera che per tutta la giornata di domani gli impianti Gisec rimarranno chiusi”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella missiva il sindaco di Mondragone ricorda come “Durante il 2018 Gisec autorizzò i comuni litoranei a scaricare con priorità presso gli impianti, in orario notturno, tenuto conto dell’aumento demografico che si registra nel periodo estivo. Analoga richiesta, avanzata quest’anno, non ha trovato ancora riscontro e accoglimento benché sollecitata più volte. 
Il Comune di Mondragone - debitore al pari di tantissimi altri di Gisec - nel mese di luglio effettuava un bonifico di circa 45.000 euro chiedendo un tavolo tecnico per il prossimo mese di settembre per poter regolamentare la debitoria pregressa. Si ritiene, a mio modo di vedere, necessario sollecitare il ripristino dell’autorizzazione che - ripeto - Gisec ebbe a rilasciare nel 2018 e grazie alla quale i comuni litoranei hanno avuto una corsia preferenziale nel conferimento dei rifiuti ciò al fine di evitare delle dannose immobilizzazioni dei camion di proprietà della ditta a cui è stato affidato il servizio di raccolta i cui mezzi sono costretti a stazionare per ore ed ore fuori l’impianto senza poter conferire e senza poter ritornare sul territorio ad effettuare il doveroso servizio di raccolta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento