Attualità

Via l'erba alta da piazze e scuole, Velardi 'risponde' alle proteste dei genitori

Il sindaco lancia una stoccata agli oppositori: "Sembra che abbiano vissuto a New York"

Un piano straordinario di sistemazione del verde pubblico per rispondere alle segnalazioni e proteste dei genitori dei bambini costretti a giocare nei parchi pubblici invasi da erba alta, presente anche in prossimità delle scuole. È quanto attuato in questi giorni dall’amministrazione comunale di Marcianise, col sindaco Antonello Velardi che rivendica il risultato e lancia accuse.

“Non l'abbiamo fatto finora – ricorda il primo cittadino - non perché non ce ne eravamo accorti ma semplicemente perché ci sono delle procedure burocratiche da seguire e stavamo percorrendo l'iter previsto dal bilancio e dalle norme della finanza pubblica. Aggiungo che ci sono anche alcuni aspetti tecnici che non possiamo ignorare altrimenti renderemmo un pessimo servizio. Il taglio dell'erba lungo le strade o sui ponti non può avvenire all'improvviso ma solo dopo aver bruciato l'erba con il diserbante e dopo aver atteso che faccia il suo corso, cioè una quindicina di giorni. Nel passato gli interventi erano stati fatti senza alcun criterio e, soprattutto, non in modo sistematico”.

E il sindaco non manca di dare una ‘bacchettata’ al collega Carlo Marino, sindaco del Capoluogo, per la gestione del verde pubblico. “Non c'è quasi nessuna città da nessuna parte d'Italia che non abbia problemi di questo tipo in questa fase dell'anno – ricorda Velardi - A Marcianise, invece, c'è sempre qualcuno che storce il naso. Pensate alle immagini di città vicine come Caserta e lontane come Milano, certo più importanti di Marcianise. Non voglio apparire saccente, ma quelli che parlano soltanto e protestano sempre sono gli stessi che a casa propria hanno l'erba fin sotto il letto e che nel passato non hanno protestato neanche di fronte alle brutture macroscopiche. Come ho replicato ad un ex amministratore, certo non noto per il suo attivismo fattivo, a Marcianise i ciarlatani e i signornò ad oltranza sembra che abbiano vissuto finora altrove, da un'altra parte del globo; sembra che abbiano vissuto a New York piuttosto che a Marcianise. Ma noi di questi newyorchesi non abbiamo che farcene”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via l'erba alta da piazze e scuole, Velardi 'risponde' alle proteste dei genitori

CasertaNews è in caricamento