Rivolte dei detenuti in carcere, nuovo picchetto degli agenti davanti al carcere

L'Osapp bacchetta il ministro Bonafede: "Lo avremo voluto più solidale"

Manifestazione degli agenti della polizia penitenziaria questa mattina all'esterno del carcere di Santa Maria Capua Vetere, teatro nei giorni scorsi di rivolte e scontri tra detenuti e agenti. 

"Le forze dell'ordine, dopo quanto stanno affrontando in questo travagliato periodo storico, non possono temere di essere giudicati torturatori per aver fatto rispettare lo Stato, quello che non teme la criminalità", dichiarano il segretario provinciale Osapp Caserta Nicola Miranti e il segretario regionale Osapp Vincenzo Palmieri, secondo i quali "le istituzioni devono lanciare un messaggio forte alla criminalità a dimostrazione che lo Stato c'è". 

Luigi Castaldo, vicesegretario regionale di Osapp Campania, spiega che "oggi avremmo voluto maggiore solidarietà dai politici e in particolar modo dal nostro ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, quantomeno per comprendere le difficoltà che vive il Corpo di Polizia penitenziaria in Campania, che ogni giorno subisce ferite fisiche e morali a causa di una cronica mancanza di risorse umane, economiche e strutturali". 

Per l'Osapp "è giunta l'ora di un cambio di rotta, dando maggiore potere al Corpo di Polizia penitenziaria con l'istituzione della Direzione generale del Corpo con a capo un appartenente allo stesso". L'Osapp ricorda infine che "il mandato istituzionale del Corpo di Polizia Penitenziaria non può essere garantito con queste ataviche e croniche problematiche più volte segnalate”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stamattina era presente anche una delegazione della Lega di Caserta, composta dal consigliere regionale Gianpiero Zinzi e dal coordinatore provinciale Salvatore Mastroianni, che stanno, di fatto, presidiano il carcere dopo il blitz di Matteo Salvini nei giorni scorsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI Quattro eletti già ufficiali. E' guerra all'ultimo voto in 'Noi Campani' e per il secondo al Pd

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate e Velardi verso il ballottaggio: sarà di nuovo sfida a 2 per la fascia

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento