Attualità Trentola-Ducenta

Presidente del consiglio "illegittimo": l'opposizione lascia di nuovo l'aula

Bufera su Perfetto. Il sindaco: "Solo ostruzionismo da parte della minoranza"

Secondo consiglio comunale dell’era Sagliocco a Trentola Ducenta e secondo abbandono dell’opposizione guidata dall’avvocato Michele Apicella. Ancora una volta il pomo della discordia è stato Luigi Perfetto: la sua nomina a presidente del consiglio comunale sarebbe illegittima.

E non a caso l’Assise è stata convocata da Martina Fabozzi, la consigliera ‘anziana’ del consiglio comunale. La questione è stata immediatamente trattata, già sul punto all’ordine del giorno dell’approvazione del verbale appunto del Consiglio ‘incriminato’, dalla minoranza che attraverso Apicella ha sottolineato che “manca legalità e trasparenza, e abbiamo assistito ad una ulteriore dimostrazione di arroganza ed inadeguatezza del Sindaco e della sua maggioranza”.

Apicella aveva posto delle questioni pregiudiziali di procedibilità del consiglio comunale vista anche la mancanza del consigliere Perfetto e quindi veniva contestata l’irregolarità della convocazione del Consiglio per omessa indicazione delle cause di impossibilità del presidente del Consiglio a convocare la seduta; la formazione delle commissioni consiliari permanenti da costituire, a norma di regolamento, nel Consiglio successivo a quello della convalida degli eletti e soprattutto che non potesse essere sostituito un presidente del consiglio comunale illegittimo.

Queste pregiudiziali, “in contrasto con il regolamento – afferma Apicella -, non venivano messe ai voti in maniera irrituale ed irriguardosa, adducendo come motivazione la non attinenza all’ordine del giorno. Pertanto abbiamo ritenuto opportuno, in coerenza e continuità con quanto da noi sostenuto nella seduta del primo consiglio comunale abbandonare i lavori. Abbiamo profondo rispetto per le istituzioni e la cittadinanza ma non possiamo avallare comportamenti e procedure che non vanno nella direzione della legittimità”.

Secondo Paolo Bottigliero, ex candidato sindaco e sostenitore del primo cittadino Andrea Sagliocco, “l’eventuale illegittimità viene sancita dall’autorità giurisdizionale con una sentenza. Il sindaco ha annullato in autotutela quel primo consiglio comunale mentre Perfetto ha dichiarato di non essere disponibile, chiedendo, per questo motivo, che fosse il consigliere anziano a convocare l’Assise”.

Il sindaco Sagliocco invece, in due parole, ha parlato esclusivamente di “ostruzionismo dell’opposizione”. Apicella invece in chiusura lancia anche una battuta sulla giunta “nuova solo anagraficamente ma che, in realtà, non è altro che la riproposizione di schemi e logiche reiterate negli anni. All’interno ci sono esponenti delle famiglie che da trenta anni decidono le sorti di Trentola Ducenta. Se questo è il cambiamento...”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidente del consiglio "illegittimo": l'opposizione lascia di nuovo l'aula

CasertaNews è in caricamento