Ponte sequestrato, il sindaco chiede l'apertura a pedoni e biciclette

Petrella predispone un piano alternativo per i mezzi pubblici ed avvia le verifiche

Il ponte sul Volturno

Il sindaco di Castel Volturno Luigi Petrella chiede alla Procura la possibilità di utilizzare il ponte sul Volturno sotto sequestro. E' lo stesso primo cittadino a rivelarlo sottolineando come la richiesta sia limitata al "transito pedonale e ciclabile". 

Nel frattempo, l'amministrazione comunale ha provveduto con urgenza ad allertare tutte le figure tecniche, onde effettuare "tutte le attività per verificare scientificamente a mezzo di esami diagnostici, analisi di carichi statici, dinamici ed analisi sismiche" necessarie a valutare "lo stato strutturale dell’opera".

"Solo a seguito di tali verifiche si potrà avere un quadro completo e complessivo dello stato della struttura del ponte - prosegue Petrella - Tutte le attività tecniche e diagnostiche, serviranno alla verifica della variazione dello stato di degrado nel tempo intercorso dalla predisposizione della progettazione definitiva-esecutiva dall’Ente per l’acquisizione del contributo. Per quanto riguarda il servizio dei trasporti pubblici abbiamo concordato e ridisegnato con l’azienda, un percorso che potrà agevolare tutte quelle persone non munite di auto che dovranno raggiungere il centro del paese, a breve mi sarà consegnato tutto il percorso con gli orari di arrivo e partenza distribuiti nell’arco dell’intera giornata che comunicherò alla cittadinanza".

Il sequestro è stato disposto da parte della Procura di Santa Maria Capua Vetere in relazione allo stato in cui versa il Ponte, caratterizzato da un diffuso stato di degrado delle strutture portanti. In particolare è stato rilevato "l'ammaloramento delle armature esterne delle strutture in cemento armato ad arco che risultano per buona parte a vista e prive di copriferro". In molteplici punti le armature sono ossidate anche per l'intero spessore e, pertanto, alcune di esse risultano interrotte. Parimenti ammalorate, si sottolinea in una nota della Procura, "si presentano le strutture in cemento armato di collegamento tra la carreggiata stradale (soletta) e gli archi (ovvero le travi e pilastri), nonché lungo la carreggiata stradale è stato rilevato, sul manto di asfalto, un diffuso quadro fessurativo esteso per l'intera lunghezza; gravi lesioni e danneggiamenti si evidenziano sul manto stradale, in corrispondenza dei giunti iniziali del ponte (2 piedritti d'estremità) e dei giunti in corrispondenza dei due appoggi centrali (piedritti degli archi campate centrali)". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Aumentano i contagi, altre 8 vittime del Covid nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento