rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Attualità Capua

Ponte chiuso e traffico in tilt: "Deviazione di 15 km per 200 metri"

Situazione ingestibile a Sant'Angelo in Formis. Antropoli chiede l'intervento della municipale

A poco più di ventiquattr’ore dalla chiusura del ponte Romano di Capua, che segue a distanza di quattro anni quello cosiddetto “Nuovo”, il traffico si sta riversando per le strade della frazione di S. Angelo in Formis, come logica conseguenza per giungere dalla zona nord di Capua a quella sud, transitando per Bellona, località Ferranzano. Una congestione che necessita della presenza di agenti della polizia municipale in località quadrivio a S. Angelo in Formis, stante la richiesta di Massimo Antropoli, consigliere comunale di minoranza del gruppo “Fare Capua”.

“Avevo già segnalato la necessità di prevedere agenti della polizia municipale in modo continuativo a S. Angelo in Formis, località “quadrivio”, stante l’alto numero di auto e mezzi pesanti che vi transitano quotidianamente. L’evento eccezionale della chiusura del ponte “Romano” a Capua sta dirottando, da sabato pomeriggio, migliaia di auto per S. Angelo, con un traffico cresciuto in modo esponenziale. Necessita la presenza di due agenti di polizia municipale, anche per evitare fenomeni di tensione tra automobilisti dovuti alla inevitabile circostanza di dover percorrere 15 km per un tratto che prima a piedi, con il ponte in funzione, richiedeva 200 metri. Comunque la situazione surreale venutasi a creare per effetto della chiusura del ponte ha amplificato quanto da me espresso in tempi non sospetti, perché la viabilità di via Galatina, in tempi di pace, in determinarti orari del giorno, risultava già assai difficoltosa. Spero che nel piano di viabilità emergenziale che l’Amministrazione comunale sta certamente approntando, si tenga presente di questa necessità impellente e non procrastinabile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte chiuso e traffico in tilt: "Deviazione di 15 km per 200 metri"

CasertaNews è in caricamento