Attualità Santa Maria Capua Vetere

Gli agenti della penitenziaria costretti a pranzare "sotto la pioggia" | FOTO

L'acqua scorre nella mensa dove nei giorni scorsi aveva ceduto la controsoffittatura

A pranzo sotto la pioggia. E’ quello che accaduto lunedì nella sala ‘Bar/Spaccio’ del carcere di Santa Maria Capua Vetere, dove nei giorni scorsi già aveva ceduto la controsoffittatura (fortunatamente senza conseguenze). Così gli agenti sono stati costretti a consumare il pasto sotto l’acqua proveniente dal soffitto della mens. A denunciare il fatto è il Segretario Generale del Si.P.Pe. (Sindacato Polizia Penitenziaria) Carmine Olanda. "Il nostro sindacalista Michele Vergale - commenta Olanda – aveva già denunciato la necessità di una urgente manutenzione del penitenziario in tutti i suoi settori. Nella struttura esiste il servizio M.O.F (Manutenzione ordinaria fabbricati) formato da una piccola squadra di detenuti lavoranti gestiti dal Personale di Polizia Penitenziaria, ma niente si muove e niente si ripara. Uno scandalo sotto gli occhi di tutti che nessuno sembra di vedere. Abbiamo scritto al provveditorato – conclude Olanda – per chiedere la chiusura immediata della mensa Agenti, chiedendo la sostituzione del pasto caldo con il buon pasto fino a quando i lavori di manutenzione e ristrutturazione non saranno terminati Auspichiamo che il Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria per la Regione Campania, Antonio Fullone che ha già accolto le nostre problematiche esposte, prenda provvedimenti immediati. Il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, in questo periodo molto delicato, tra le strutture decadenti e le aggressioni a danno degli Agenti di Polizia Penitenziaria, deve dare un segnale molto forte dimostrando i fatti concreti e non con il suo semplice sorrisino”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli agenti della penitenziaria costretti a pranzare "sotto la pioggia" | FOTO

CasertaNews è in caricamento