Piano scuole per la riapertura, la Dc scrive a Conte e De Luca

Chiesti interventi di messa in sicurezza alla luce delle normative anti Coronavirus

Il segretario cittadino della Democrazia Cristiana, Monica Ippolito

Un piano di interventi programmati per l'adeguamento e la messa in sicurezza degli edifici scolastici di San Felice a Cancello. E' quanto richiesto dalla segreteria cittadina della Democrazia Cristiana, alla luce delle nuove normative anti Coronavirus. Ma la richiesta presentata dalla Dc all'amministrazione comunale del sindaco Giovanni Ferrara, tramite una missiva inoltrata il 7 maggio "è stata completamente ignorata", come sottolineato in una nota dalla stessa Dc che ora ha provveduto ad inviare un ulteriore missiva a riguardo, questa volta però indirizzata al premier Giuseppe Conte, al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e al prefetto di Caserta Raffaele Ruberto.

"Chiediamo di intervenire presso l'amministrazione comunale di San Felice a Cancello, al fine di assicurare un confronto tra le istituzioni ed i responsabili del comparto scuola, onde realizzare un progetto condiviso ed una strategia operativa per gli interventi prioritari da porre in essere, tempestivamente e comunque prima della riapertura delle scuole, utile ad evitare che tale problematica incomba pesantemente sulla serena ed ordinata vita sociale, già di per sé precaria, dei nostri ragazzi e delle singole famiglie della nostra comunità", si legge nella missiva della Democrazia Cristiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lannoso problema del sovraffollamento delle classi scolastiche, ormai non è più tollerabile, oltre a quello della formale ma non certo sostanziale capacità di accoglienza in sicurezza delle strutture che ospitano gli alunni e l’intero personale docente e non docente - sottolinea la Dc - Gli spazi sono impraticabili, così come le strutture e i servizi deputati alla regolare attività didattica ed ai naturali bisogni quotidiani. Per non parlare poi dell’aggravio funzionale di alcune strutture determinato dal trasferimento, in toto, di alunni e personale provenienti da altri plessi che li accoglievano, a causa di chiusura per dichiarata inagibilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento