Nuova ordinanza del sindaco contro l'azienda 'picchettata' nella zona Asi

Dopo la chiusura arriva il provvedimento per la rimozione urgente dei rifiuti

Il sindaco Velardi fuori i cancelli della Lea e la lettera inviata dalla società al primo cittadino

Il sindaco di Marcianise Antonello Velardi firma una seconda ordinanza contro la Lea, l’azienda di trattamento rifiuti fatta chiudere dal Comune nei giorni scorsi dopo settimane di ‘picchetto’ da parte del primo cittadino nella ribattezzata ‘Asi beach’.

Nel nuovo provvedimento l’Ente dà cinque giorni di tempo alla società proprietaria per svuotare dai rifiuti l’impianto e metterlo in sicurezza. Sul posto, già dalla giornata di giovedì, sono presenti polizia municipale ed esercito per controllare lo svolgimento delle operazioni.

“L'ordinanza è stata notificata a tutti gli enti preposti- spiega Velardi - In più l'ho trasmessa al ministro dell'Interno e al presidente della Regione Campania, con riferimento a tutti i profili per la salute e la sicurezza. Se si vuole, si può fare. Se si vuole”.

Nelle scorse settimane era emerso come la presidente del Consorzio Asi Caserta, Raffaella Pignetti, aveva segnalato lo scorso anno la necessità di provvedere nei confronti dell’azienda ed un’ulteriore comunicazione in tal senso era stata inviata nei giorni anche alla Regione Campania. La stessa azienda, nei primi giorni di 'picchetto' del sindaco, aveva inviato a Velardi una lettera chiedendo un incontro che però non c'è mai stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Un boato in pieno coprifuoco: bomba esplode davanti a tabacchi

Torna su
CasertaNews è in caricamento