Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

De Luca ‘allunga’ la Movida: chiusura entro l’1, ma stop alla vendita di alcolici dalle 22

Il presidente viene incontro (in parte) alle richieste dei bar: ma sarà possibile consumare solo al banco ed ai tavoli

Una nuova ordinanza per venire incontro a quelle che sono le richieste arrivate dai gestori di bar e locali della Movida.

Di buon mattino il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato l’ordinanza numero 53 che, di fatto, allunga la possibilità di restare aperti fino all’1 di notte (prima era fino alle 23) consentendo, però, solo il servizio al banco ed ai tavoli.

Di fatto, è specificato che è “fatto divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, dopo le ore 22, da parte di qualsiasi esercizio commerciale (ivi compresi bar, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici”.

De Luca, inoltre, specifica che dalle 22 alle 6 del mattino “è fatto divieto di consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi comprese le ville ed i parchi comunali”.

A bar, baretti, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi ed ambulanti di bibite “resta consentita la facoltà di apertura a partire dalle 5 del mattino fino all’1 con obbligo di somministrazione esclusivamente al banco o ai tavoli a partire dalle 22”.

ORDINANZA MOVIDA 29:05:2020-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca ‘allunga’ la Movida: chiusura entro l’1, ma stop alla vendita di alcolici dalle 22

CasertaNews è in caricamento