menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex premier Matteo Renzi

L'ex premier Matteo Renzi

La figuraccia del senatore casertano 5 Stelle. E Renzi lo ‘asfalta’ con un post su Facebook

La tensione sul decreto Genova fa ‘sbandare’ Santillo che commette 2 errori gravi

I parlamentari dei 5 Stelle hanno vissuto giorni difficili per l’approvazione del decreto legge per Genova. E nei momenti concitati si rischia di fare brutta figura. Come quella che è stata fatta dal senatore casertano dei 5 Stelle Agostino Santillo che nel suo intervento ‘infuocato’ ha accusato Matteo Renzi ed il suo governo di aver nominato Mario Monti senatore a vita. Due errori in sei parole. Già perché i senatori a vita vengono nominati dal presidente della Repubblica e non certo dal presidente del Consiglio dei Ministri e poi perché la nomina di Monti risale al 2011 (ante Renzi) e porta la firma di Giorgio Napolitano.

E Matteo Renzi non ha perso l’occasione di ‘asfaltare’ con un post il collega senatore. “Santillo ha attaccato me (strano) - ha scritto - dicendo che io dovrei tacere perché ho nominato Mario Monti Senatore a Vita nella scorsa legislatura e Monti non viene mai in aula. Dunque ormai mi danno la colpa anche delle assenze di Mario Monti e passi. Ma c'è qualcuno dei Cinque Stelle che faccia notare a Santillo che non è il Presidente del Consiglio a nominare i senatori a vita, ma il Presidente della Repubblica? Ma possibile che un Senatore non sappia che il Premier non nomina i senatori a vita? Aggiungo che quando Monti fu fatto senatore io ero sindaco di Firenze. I Cinque Stelle dicono di difendere la Costituzione ma temo non l'abbiano letta. E Santillo comunque non l'ha capita.  Questo scienziato del diritto - subito dopo il suo brillante incipit contro di me - ha spiegato perché a Ischia non c'è nessun condono e lo ha fatto leggendo l'articolo 25 della Legge. Articolo titolato non a caso: "procedure di condono". E qualcuno di loro crederà alle Fake News sul condono come su Mario Monti. Non penso che il Parlamento abbia mai vissuto giornate desolanti come queste. Dobbiamo reagire, senza odio, senza rabbia, ma senza perdere nemmeno un minuto. Questi stanno portando l'Italia a sbattere contro un muro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento