rotate-mobile
Attualità Aversa

Minacce per le scuole non chiuse, il sindaco incontra uno 'studente hater'

Accompagnato dalla mamma, il ragazzino ha chiesto scusa a Golia per gli insulti social

Dopo le minacce, arrivano le scuse. Il sindaco di Aversa Alfonso Golia ha acconsentito ad incontrare uno dei ragazzi che nei giorni scorsi, sulla sua pagina Facebook, gli aveva rivolto epiteti e minacce per la decisione di non chiduere le scuole per l'allerta 'Arancione' diramata dalla Protezione civile.

Un incontro chiesto dalla mamma del ragazzo, la quale, dopo aver scoperto che anche il figlio aveva insultato il primo cittadino sui social network, ha deciso di chiedere un appuntamento per porgere le sue scuse e quelle dello studente. Scuse accettate da parte di Golia, che ha così commentato la vicenda: "Ho incontrato uno dei giovanissimi minorenni che nei giorni scorsi mi ha minacciato se non avessi chiuso le scuole per l’allerta meteo, accompagnato dalla mamma. Il ragazzo ha mostrato il suo sincero dispiacere e le scuse più sentite per l’errore commesso. Mi sono trovato di fronte la pura incoscienza, quella che non ti fa rendere conto del rischio, anche penale, che si corre nel fare certe cose. Non voglio generalizzare, ma spesso abbiamo ragazzi spavaldi quando c’è la virtualità a proteggerli, quando sono in gruppo, ma estremamente fragili presi singolarmente. E questo deve far riflettere".

Purtroppo questi avvenimenti dimostrano quanto i social possano far uscire il peggio di noi, superando quel limite educativo e di rispetto che non dovrebbe mai venire a mancare, nella realtà e nel mondo virtuale, considerando che ormai i due aspetti sono quasi completamente amalgamati l'uno l'altro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce per le scuole non chiuse, il sindaco incontra uno 'studente hater'

CasertaNews è in caricamento