rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Attualità

Chiude settore alimentare del mercato, commercianti sul piede di guerra: "Non ci fanno lavorare"

L'ordinanza del Comune dopo il blitz di Nas ed Asl: "Vogliamo tempi certi su inizio e fine dei lavori"

"Paghiamo per lavorare ma non ce lo fanno fare". Sono queste le parole di Sebastiano Bernardo, responsabile provinciale dell'Anva Confesercenti, che commenta la chiusura della porzione destinata al settore alimentare dell'area fiera di via Ruta, a Caserta. 

Mercoledì, il blitz dei Nas e dell'Asl che ha accertato alcune irregolarità tra cui l'assenza di mattonelle 'industriali' nell'area e l'assenza di scarichi per le acque. Per questo è stata disposta la chiusura dell'area fino al termine dei lavori richiesti. Una chiusura che penalizza i venditori per carenze strutturali di cui, comunque, non sono responsabili. 

"Siamo in difficoltà - prosegue Bernardo - Vendiamo un quarto di quello che vendevamo anni fa ma le tasse per essere in regola e lavorare le paghiamo allo stesso modo. La settimana precedente abbiamo dovuto rinunciare ad un giorno di lavoro, poi sabato è stato maltempo. Adesso questa nuova batosta per adeguamenti che non sono di nostra competenza. Per le mancanze del Comune paghiamo noi cittadini". 

La rabbia degli esercenti è tanta. "Abbiamo inviato una richiesta di incontro urgente e lunedì saremo in presidio in Comune, anche come segno di solidarietà verso una parte di commercianti che è penalizzata - conclude Bernardo - Vogliamo risposte sull'inizio dei lavori e tempi certi per la riapertura del settore alimentare". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude settore alimentare del mercato, commercianti sul piede di guerra: "Non ci fanno lavorare"

CasertaNews è in caricamento