menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mare giallo, Arpac rassicura: "Sono solo alghe"

Il monitoraggio delle acque di balneazione nel casertano dà esiti positivi

Arrivano notizie confortanti dalle analisi effettuate dall'Arpac sul mare casertano. In particolare, l'agenzia regionale è intervenuta tra Cellole e Mondragone a seguito di una richiesta da parte della Guardia Costiera e della polizia municipale di Cellole che aveva evidenziato colorazione anomala dell’acqua, tendente al giallo/bruno.

Le analisi hanno riscontrato tracce di tensioattivi e una significativa proliferazione di fitoplancton (dinoflagellati e diatomee), in particolare di microalghe non considerate tossiche per l’uomo (Raphydophyceae). Le corrispondenti analisi microbiologiche hanno accertato la conformità ai limiti previsti dalla normativa vigente. Positivi anche i prelievi effettuati a Sessa Aurunca, in località Baia Azzurra, dove sono stati prelevati campioni a inizio settembre per la ricerca di tensioattivi, nutrienti e idrocarburi. Gli esiti non hanno evidenziato dati rilevanti.

E' la stessa agenzia a rendere noto l'esito dei controlli sulle acque di balneazione programmati per il 2020. Quest’anno l’avvio della campagna di monitoraggio è stato posticipato a fine maggio causa emergenza Covid-19. In tutta la Campania sono stati prelevati 1955 campioni nelle 328 aree in cui è suddiviso il litorale, 402 i prelievi soltanto nel mese di settembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L’allarme di De Luca sui vaccini: “Forniture dimezzate”

  • Cronaca

    Casalesi in Toscana, preso anche l'ultimo indagato: era in un 'B&b'

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento