rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità Aversa

Il Comune 'chiama' le associazioni per i lavori agli impianti sportivi con i fondi del Pnrr

L'iniziativa di co-progettazione portata avanti dall'assessore Melillo per favorire inclusione e socializzazione

Realizzare nuovi impianti sportivi o anche rigenerare quelli esistenti favorendo al contempo il recupero del tessuto urbano e la maggiore socializzazione. E' questo l'obiettivo che si è prefissata l'amministrazione comunale di Aversa.

Infatti l'assessore allo Sport Maria Luisa Melillo ha avanzato la candidatura di Aversa ai due avvisi pubblici per i fondi Pnrr “Sport e Inclusione sociale” che prevedono una dotazione complessiva di 700 milioni di euro. E per proporre progetti che siano il più possibile rispondenti alle esigenze della città, viene lanciata, d'intesa con l'intera amministrazione del sindaco Alfonso Golia, l'istituzione di un tavolo di co-progettazione costituito dagli assessorati allo Sport, alle Politiche sociali, all’Edilizia scolastica e ai Lavori pubblici ed esteso alle associazioni cittadine che saranno invitate a collaborare attraverso un avviso pubblico di prossima pubblicazione.

L'iniziativa dell'amministrazione normanna nasce a seguito dell'ufficializzazione dei due avvisi pubblici da parte del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito dei particolari fondi Pnrr finanziati dal programma "Next Generation EU" con l’obiettivo, appunto, di incrementare l’inclusione e l’integrazione sociale attraverso la realizzazione o la rigenerazione di impianti sportivi che favoriscano il recupero di aree urbane.

“Un’opportunità imperdibile per la nostra città - ha dichiarato l'assessore Melillo - per realizzare impianti sportivi che diventino non solo luoghi di inclusione sociale e punti di riferimento soprattutto per i giovani, per i quali l’esercizio delle buone pratiche dello sport agonistico e amatoriale può contribuire all’allontanamento dai fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale oggi così diffusi, ma anche sedi adeguate in cui anche le persone disabili possano dedicarsi alla pratica sportiva. Con questi obiettivi - conclude l’assessore allo Sport - puntiamo, come nostra consuetudine, su scelte condivise che rappresentino non solo le aspettative dei cittadini ma anche la garanzia della trasparenza delle proposte che si andranno a presentare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune 'chiama' le associazioni per i lavori agli impianti sportivi con i fondi del Pnrr

CasertaNews è in caricamento