menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiesta la revoca dell'incarico di coordinatore degli infermieri in ospedale

Cisl e Cgil scrivono al direttore generale e chiedono un incontro urgente

Le organizzazioni sindacali di categoria, Cgil Fp e Cisl Fp, scrivono ai vertici dell'ospedale di Maddaloni, chiedendo la sospensione dell'assegnazione di un incarico di coordinamento infermieristico. Nella nota sindacale indirizzata al direttore generale Ferdinando Russo, al direttore sanitario ed amministrativo, nonché ai responsabili dell'ufficio Gru-Asl di Caserta, al direttore sanitario facente funzioni del P.O Maddaloni-San Felice e al direttore della U.O.C trasparenza  dell’Asl, si legge: “Gli incarichi di coordinamento attribuibili nell’ambito degli incarichi di funzioni sono conferibili previo indizione di un avviso emanato dalla direzione strategica. Facciamo presente, come già evidenziato in altre missive, che la figura di referente infermieristico non è suffragata da nessun CCNL di lavoro, quindi tale richiesta nasce dal fatto che la disposizione della direzione sanitaria risulta nei fatti illegittima”. Inoltre secondo i sindacati sono già presenti in ospedale “figure professionali con incarichi di funzioni già assegnate presso il P.O di Maddaloni, forse allocate in modo poco funzionale. Oramai sono mesi che denunciamo la disorganizzazione dei provvedimenti di mobilità e giri di giostre, emanate dalla direzione sanitaria di presidio, ed, infatti, in più occasioni è stato richiesto, una pianificazione di assegnazione del Personale del presidio, fatta per profili e per qualifica ,compreso il personale afferente alla Direzione Sanitaria. Duole segnalare agli organi Istituzionali Aziendali che ad oggi, nonostante le richieste di incontro, non ci risulta aver ricevuto alcun riscontro di convocazione formale”. Per questo motivo si chiede "la revoca, ad horas, dell’avviso interno emanato dal Direttore Sanitario ff del Presidio Ospedaliero” mentre i sindacati “chiedono un incontro urgentissimo con la direzione generale per definire insieme la problematica rappresentata (possibilmente entro il mese di Luglio, visto gli impegni programmati di Agosto e le ferie estive), nella consapevolezza che il ruolo del sindacato è sicuramente posto a garanzia sia dei lavoratori che dell’Azienda. In caso contrario ci riserviamo di attivare ogni azione Sindacale e legale, a tutela delle leggi e dei lavoratori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L’allarme di De Luca sui vaccini: “Forniture dimezzate”

  • Cronaca

    Casalesi in Toscana, preso anche l'ultimo indagato: era in un 'B&b'

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento