menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il taglio del nastro a Villa Sofia

Il taglio del nastro a Villa Sofia

Taglio del nastro a 'Villa Sofia': la prima comunità per anziani del liternese

Immersa nel verde, è disposta su una superficie di 900 metri quadrati, con un patio, un ampio giardino, un gazebo, panchine, giostrine per i bambini e una piscina

Personalità istituzionali, operatori socio-sanitari, cittadini. Soprattutto, famiglie, giunte da ogni angolo della provincia e delle città a nord di Napoli. In centinaia, domenica 9 febbraio, hanno visitato “Villa Sofia”, in via San Sossio, la prima comunità per anziani di Villa Literno.

L’occasione era data dall’open day voluto, proprio nel giorno dell’inaugurazione, dalla cooperativa “Cosmea” per dare la possibilità a chiunque di visitare la struttura, i suoi spazi, il suo meraviglioso giardino, e di conoscere chi, ogni giorno, farà di tutto per renderlo il luogo ideale per i nostri cari. E, fino a sera, è stato un via vai ininterrotto di persone interessate, addetti ai lavori, semplici curiosi.

L’evento è iniziato, alle 11,30, con il rito della benedizione officiato da don Marcello Cassandra, parroco della chiesa di San Michele di Trentola Ducenta e della chiesa di San Sossio di Villa Literno. Poi, ha preso la parola Domenico Cioce, 43 anni, avvocato, presidente della cooperativa. Dopodiché è avvenuto il taglio del nastro e il tour nella dimora, che si è concluso con un buffet. Presenti, tra gli altri, Valerio Di Fraia, sindaco di Villa Literno, Marcello De Rosa, sindaco di Casapesenna, Vincenzo Caterino, sindaco di San Cipriano e nonno Dionigi, il primo ospite della struttura.

"È stata una giornata carica di emozioni - spiega Domenico Cioce - La presenza delle istituzioni, l’abbraccio di tanti amici, la foto con nonno Dionigi, il giudizio lusinghiero espresso da tutti i visitatori; insomma, l’open day non poteva avere un debutto migliore. Da oggi inizia il cammino: lavoreremo per essere sempre all’altezza delle aspettative dei nostri ospiti".

“Villa Sofia è nata da un’idea ambiziosa: ricreare in una struttura residenziale per anziani, autosufficienti e non, quell’ambiente familiare che consenta agli ospiti di sentirsi davvero a casa, circondati dall’affetto delle persone care - sottolinea Margherita “Meghi” Pagano, ingegnere, 34 anni, socia e cofondatrice di Cosmea - L’abbiamo immaginata come il posto in cui vorremmo stare noi, un giorno, quando magari in casa da soli non ci sentiremo più sicuri".

“Villa Sofia” è una comunità/alloggio per anziani che sorge in località San Sossio, a pochi passi dalla chiesa, lontano dal traffico della città, dove il tempo sembra essersi fermato e il benessere si sente nell’aria. Immersa nel verde, è disposta su una superficie di 900 metri quadrati, con un patio, un ampio giardino, un gazebo, panchine, giostrine per i bambini e una piscina. Organizzata su due piani, collegati da una pedana mobile, la villa possiede dai 14 ai 16 posti letto, divisi in camere arredate con gusto ed eleganza e dotate di ogni confort, per assicurare un soggiorno sereno e rilassante. Ampie e luminose, sia le singole che le doppie, talune con balcone, hanno tutte un bagno privato, un impianto di riscaldamento centralizzato, un sistema di ricambio e di purificazione dell’aria, e un secondo sistema di riscaldamento e di raffreddamento autonomo, una lampada di cortesia, un televisore e un campanello di chiamata, per ogni esigenza.

Gli assistenti della cooperativa aiutano gli ospiti nella cura quotidiana e nei bisogni della persona, stimolando il recupero e il mantenimento dell’autonomia. Il servizio di assistenza notturna, oltre che gestire le emergenze, garantisce verifiche programmate nelle camere. Almeno un giorno a settimana, poi, ogni anziano è sottoposto a visite di controllo, eseguite da un medico di base incaricato della struttura e, laddove necessario, a un consulto psicologico. “Villa Sofia” dispone di una cucina interna e offre un eccellente servizio di ristorazione, che assicura un’alimentazione sana, diversificata e personalizzata. L’igiene degli ambienti è un impegno maniacale.

In “Villa Sofia” la solitudine non esiste. Sette giorni su sette, un’equipe di lavoro, formata da operatori sanitari e sociali e da una sociologa, si occupa di ogni aspetto della vita quotidiana degli anziani, con programmi di socializzazione e attività di laboratorio ludiche e ricreative, per impegnare al meglio il tempo. Chi, invece, ha solo voglia di relax e di tranquillità può godere dell’area verde attrezzata o sedersi a bordo piscina. Poiché il web e i social network si stanno rivelando un'opportunità importante dal punto di vista relazionale per gli anziani, “Villa Sofia” avrà l’accesso gratuito a Internet e delle postazioni pc/tablet a disposizione degli ospiti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento