La giunta dice ‘sì’ ad un nuovo impianto rifiuti. “Misura colma: subito dimissioni"

I 4 consiglieri di opposizione: "Si baratta la salute dei cittadini capuani in cambio di una promessa di "ristoro economico"

I consiglieri di opposizione Di Rienzo, Ragozzino, Vegliante e Nocerino

La delibera numero 59 approvata martedì dalla giunta guidata dal sindaco di Capua Luca Branco accende un nuovo focolaio di polemiche. La delibera proposta dall’assessore Anna D’Orta prevede l’approvazione di una manifestazione di interesse nei confronti dell’Ente d’Ambito di Caserta per la messa a disposizione di 10.000 mq per la realizzazione di un impianto di rifiuti a via Maiorise.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Così si decreta la morte della città di Capua” affermano in una nota durissima i consiglieri comunali di opposizione Angelo Di Rienzo, Rosaria Nocerino, Melina Ragazzino ed Annarita Vegliante. “Forza Italia, Lega e Siamo Capua, congiuntamente ai propri Consiglieri Comunali, dicono no”  a questo impianto e chiedono un consiglio comunale ad hoc. “Il sindaco e l'amministrazione comunale - si legge in una nota - diano immediate spiegazioni in merito ed illustrino i motivi per cui un argomento così importante, delicato e che potrebbe segnare in maniera irreversibile la sorte della nostra Città, già allo stremo per gli annosi problemi, non sia stato portato in Consiglio Comunale e adeguatamente discusso. Tutto questo avviene in cambio di "un pugno di dollari”. Si, perché di questo si tratta: si baratta la salute dei cittadini capuani in cambio di una promessa di "ristoro economico" al nostro Comune sull'orlo di un altro dissesto. Il Presidente De Luca, vista anche la imminente scadenza elettorale che lo riguarda, pensi a togliere definitivamente le Ecoballe dal Frascale, invece di portarcene altre. Il CIRA e l'intero Polo Aerospaziale, unica risorsa produttiva di rilievo del territorio, troneggeranno tra montagne di rifiuti solidi urbani trasportati notte e giorno dai diversi comuni limitrofi. La misura è ormai colma. L’assessore D’Orta e l'intera Maggioranza si dimostrano palesemente inadeguati. Le coscienze critiche e di buon senso, che pure esistono in questa inetta Maggioranza, facciano sentire la propria voce: dimissioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Nuovo boom di contagi nel casertano, ma crescono anche i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento